SHARE

Hobart, Australia- Passata la durissima notte in cui la burrasca da Sud ha costretto al ritiro un quarto della flotta, i superstiti della Rolex Sydney Hobart si trovano ora ad affrontare condizioni più umane. Comanche, che sabato mattina sembrava sul punto del ritiro dopo un’avari a uno dei timoni (urto con un oggetto galleggiante), ha deciso di proseguire ed è tornata in testa superando Rambler 88, anche lui vittima di un urto con un oggetto che ne ha compromesso la navigazione ottimale mure a sinistra a causa del daggerboard di dritta.

Chi ha resistito bene nei 40 nodi di vento è Maserati di Giovanni Soldini, con Matteo Ivaldi tattico, che è risalito fino alla quarta posizione in tempo reale grazie anche a una posizione più orientale che ha pagato ed è in lotta per l’ambitissima vittoria overall in handicap IRC. Alle 12 di domenica Maserati era a 36 miglia dal leader Comanche e a 274 miglia dall’arrivo a Hobart, accreditato al momento della terza posizione in IRC overall e della prima in classe IRC 0. Con il vento in calando, Maserati dovrà resistere al probabile ritorno di più leggeri racer. In testa alla classifica in compensato c’è al momento il First 47.7 Imagination seguito dall’Archambault 13 svizzero Teasing Machine.

Giovanni Soldini da bordo: “Qui tutto bene. Stiamo entrando nell’alta pressione, il vento sta calando. Abbiamo randa piena e genoa. Le prossime ore per noi saranno molto pesanti. I 100 piedi sono molto più veloci con condizioni leggere anche perché con 50 metri d’albero riescono a prendere il vento che sul mare non c’è. Comunque noi siamo contenti, finora siamo andati molto bene, il morale è alto e venderemo cara la pelle”.

A bordo di Maserati nelle condizioni dure di ieri. Foto Malingri
A bordo di Maserati nelle condizioni dure di ieri. Foto Malingri
Comanche. Foto Rolex
Comanche. Foto Rolex

Le vittime illustri della burrasca contano i supermaxi Wild Oats XI (avaria alla randa in un groppo a 40 nodi) e Perpetual Loyal. 27 al momento i ritiri, tra cui un disalberamento.

Comanche alle 12 era a 235 miglia dall’arrivo a Hobart, con 8 miglia di vantaggio su Rambler 88 e 31 su Ragamuffin 100. Maserati è quarto a 36 miglia, con la chance di un risultato importantissimo per la vela italiana nella più dura delle regate d’altura.

L’ETA dei primi a Hobart è intorno alle 10 locali del 28 dicembre, poco dopo la mezzanotte di oggi in Italia.

La Gallery della burrasca (Foto Stefano Gattini/Rolex):

www.rolexsydneyhobart.com

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here