SHARE

Langkawi, Malaysia- Mentre World Sailing e Federazione Italiana Vela, entrambe presiedute da Carlo Croce, proseguono nel loro silenzio sulla questione MOndiali Giovanili in Malaysia/Israele escluso, a Langkawi proseguirebbro le regate. E’ un problema nel problema questa vicenda debba oscurare i risultati dei ragazzi che si impegnano in acqua, ma l’enormità dell’errore della federvela mondiale di concedere l’organizzazione alla Malaysia sapendo a cosa si andava incontro, ovvero al divieto di partecipazione per i ragazzi di Israele, non può passare sotto silenzio. Real politik, interessi economici e aspettare-tanto-poi-la-gente-dimentica… Questa pare essere la strategia crociana ed è un peccato dover constatare che la disillusione sulle scelte del presidente mondiale della vela, su cui in molti (anche questa testata) avevano riposto speranze, è ormai condivisa.

Alt_14_YW_Pazgold_640_rdax_801

Il problema è solo dell’ISAF/World Sailing. La Malaysia ha le sue politiche verso Israele, certo non condivisibili ma così va il mondo e sarebbe ingenuo non rendersene conto. Ci sono stati precedenti enormi, ma c’è di più, le autorità sportive malesi hanno ripetutamente dichiarato che le loro politiche internazionali verso Israele sono state rese note all’ISAF. Solo che l’ex ISAF e l’attuale World Sailing ha nel suo statuto e nei suoi obblighi quello di assicurare la parità di diritti a tutti i velisti, quindi quell’organizzazione non doveva essere concessa. Ma la tigre asiatica malese faceva gola.

La storia non è sfuggita alla comunità velica internazionale, con prese di posizione come quella di Yachting New Zealand che chiede misure contro la Malaysia a Rio 2016, ma inizia anche ad essere conosciuta anche nei media generalisti. La tattica crociana del “tanto poi la bufera passerà” potrebbe questa volta non funzionare.

 

La regata

Proseguono intanto le regate a Langkawi. I cat SL16, che hanno iniziato in ritardo causa ritardi nella fornitura delle barche, regateranno anche nel giorno libero previsto per Capodanno, mentre le altre classi riposeranno. Negli SL16 i giovani e promettenti romani Gianluigi Ugolini e Maria Giubilei, preparati da Matteo Nicolucci, sono al momento decimi (dsq-6-5-2). Gianmarco Planchesteiner è 13esimo nei Radial uomini mentre Francesca Bergamo è 25esima nei Radial donne.

Nei 420 M Ferraro-Orlando sono noni mentre Rio-Pasquali Coluzzi sono decime nel 420 F. 17esimi Zampiccoli-Chiste nei 29er M e decime le Gambarin nel 29er donne. Matteo Evangelisti è 21esimo negli RS:X maschili e Giorgia Speciale è undicesima negli RS:X donne.

1 COMMENT

  1. Sul “silenzio” della FIV è inutile fare commenti. I morti non parlano.
    Sul silenzio WS invece è obbligatorio pretendere spiegazioni. La dirigenza WS ha violato lo Statuto dell’Associazione; non ci sono che le dimissioni per azzerare le polemiche.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here