SHARE

Muscat, Oman- Il Sultanato dell’Oman ha scelto la grande vela internazionale per promuovere le sue bellezze paesaggistiche, che la propongono come una nuova meta internazionale per turismo e navigazione. In associazione con l’ormai iperprofessionale Oman Sail, il Sultanato ospiterà nei prossimi due mesi tre eventi velici ad alto contenuto spettacolare, a cui a fine anno seguirà poi il Sailing Youth World Championship.

Tornano, infatti, gli appuntamenti con il Saling Arabia The Tour e le Extreme Sailing Series con i rinnovati GC32 foiling e, per la prima volta nella storia, l’Oman ospiterà un Act delle Louis Vuitton America’s Cup World Series.

Forte di coste stupende e incontaminate e con una tradizione marittima millenaria, il Sultanato dell’Oman è una meta ideale per gli appassionati del mare e per i velisti che qui trovano le condizioni ideali per uscite in barca, escursioni e appuntamenti velici per tutti i gusti, esperti e semplici appassionati a partire dai prossimi giorni.

Sailing Arabia The Tour  14-19 febbraio 2016
Creata da Oman Sail nel 2011, questa regata è stata progettata per valorizzare il patrimonio marittimo della regione del Golfo, celebrando lo sport della vela e le opportunità che rappresenta.  La regata è un’occasione per mettere in mostra la splendida regione come meta ideale invernale e presentare l’Oman come palcoscenico internazionale per eventi velici di alto profilo. L’edizione 2016 si aprirà con quattro giorni di prove e warm-up a Dubai, dove avrà luogo la prima prova. Con i suoi quindici giorni di gara, 700 miglia e cinque destinazioni fra Emirati Arabi Uniti, Qatar e Oman, questa regata si prospetta una delle più interessanti della stagione nell’Area del Golfo.

Extreme

Louis Vuitton Cup AC World Series 27-28 febbraio 2016
Il Sultanato dell’Oman si appresta a entrare nella storia dello sport come primo paese del Golfo a ospitare la Louis Vuitton America’s Cup World Series, come noto propedeutiche alla fase iniziale della 35ª America’s Cup (alle Bermuda nel giugno 2017), che si svolgerà a Muscat il 27 e 28 febbraio come prima tappa della stagione 2016 che poi coinvolgerà sei location diverse in tutto il mondo.

Le condizioni ideali per la pratica della vela, che offrono un vento costante sui 10-15 nodi d’intensità, il clima soleggiato e l’acqua calda rendono l’Oman una delle mete più popolari anche tra le classi Olimpiche, visto che lì si sono disputati già i Mondiali RS:X, Laser e Laser Radial.

Extreme Sailing Series  16-19 marzo 2016
Completamente rinnovata in onore del suo decimo anniversario, questa iconica tappa delle Extreme Sailing Series introdurrà l’uso dei velocissimi catamarani foiling GC32 e un nuovo formato di regata che alternerà la consueta “stadium race” a prove in mare aperto e costiere. L’annuncio delle tappe e delle squadre per la stagione 2016 delle EXSS sarà effettuato mercoledì 10 febbraio al Dubai International Marine Club.

Una meta nautica ideale

Per coloro che invece vogliono scoprire il mare in modo più tranquillo, il Sultanato offre tantissime attività: l’affascinante capitale Muscat si affaccia su di un tratto di costa sabbiosa bagnata da un mare cristallino adatto alla balneazione tutto l’anno. La spiaggia più popolare vicina al centro della città è Qurm, perfetta per rilassarsi dopo una giornata di visite ed escursioni. Altrettanto bella è la spiaggia di Qantab, con la sua laguna limpida e sabbia colorata. Le acque del Sultanato sono estremamente ricche di fauna: un sogno per gli amanti dello snorkeling e delle immersioni che potranno ammirare tartarughe di mare, balene, delfini e un’infinita varietà di pesci e coralli multicolori.

fiordiOltre a Muscat, un’altra zona d’interesse per gli appassionati del mare è la penisola di Musandam, nota anche come regione dei “fiordi d’Arabia”, caratterizzata da una costa rocciosa e alta a picco sul mare. Per scoprire la costa è consigliabile utilizzare i dhow, le  tipiche imbarcazioni del paese, ma si possono anche organizzare escursioni in kayak: fiordi, baie e isolette attendono coloro che decidono di imbarcarsi in questa zona, bellissima da ammirare anche sott’acqua.

Proseguendo lungo la costa troviamo Sur, città rinomata per il suo storico ruolo nell’ambito del commercio marittimo tra l’Oceano Indiano, il Mar Arabico e il Mare dell’Oman. Il porto marittimo della città è considerato infatti uno dei più antichi del paese. Da non perdere nelle vicinanze una visita a Ras al Hadd, spiaggia dove le dune di sabbia del deserto di Sharqiyah scendono fino a tuffarsi in mare creando un paesaggio unico in cui le onde delle dune si mescolano a quelle del mare. La spiaggia è inoltre famosa in tutto il mondo insieme alla vicina Ras al Jinz, per le sue riserve di tartarughe verdi.

A 25 km dalla capitale, assolutamente da non perdere è il villaggio di Sawadi con le sue spiagge bordate da mangrovie. A sud si trova la città costiera di Salalah situata nella regione del Dhofar, che per via delle sue pianure costiere, altopiani e catene montuose, viene chiamata la “sposa del Mar Arabico”. Incastonata tra la selvaggia costa che si estende ininterrottamente da Muscat a Sur, invece, si trova la spettacolare spiaggia deserta di Fins, conosciuta anche come “White Beach” per via della sua sabbia finissima e acque color turchese.

Punto di incontro tra l’Asia e l’Africa, l’Oman è un paese montuoso circondato da deserti che si affaccia sull’Oceano Indiano e sul Mar d’Arabia. Caratterizzato da 3 climi diversi, temperato, desertico e tropicale, l’Oman si raggiunge in meno di 8 ore di volo dall’Italia ed è a sole +3 ore di fuso (+2 quando in Italia vige l’ora legale).

www.omantourism.gov.om

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here