SHARE

Muscat, Oman- Poco vento e niente voli in foiling, a parte pochi momenti, nella prima giornata dell’ACT 1 delle AC World Series in Oman. Il protragonista della giornata è stato Ben Ainslie che, con un 3-1-1 nelle tre prove disputate con vento sui 6 nodi che non ha consentito sempre il full foiling degli AC45, che hanno navigato anche con i code 0.

Le ACWS viste da terra a Muscat. Image licensed to Jesus Renedo/Lloyd images/Oman Sail
Le ACWS viste da terra a Muscat. Image licensed to Jesus Renedo/Lloyd images/Oman Sail

 

Ben Ainslie oggi a Muscat. Foto Pinto/ACEA
Ben Ainslie oggi a Muscat. Foto Pinto/ACEA

Ben Ainslie, dopo aver scontato una penalità per partenza anticipata durante la prima regata, è riuscito a risalire fino in terza posizione, poi ha vinto le due prove successive, chiudendo la giornata con quattro punti di vantaggio sul secondo.

Ainslie ha dichiarato:”le condizioni meteo erano davvero difficili; i venti così leggeri rendono le manovre molto complesse per tutti a bordo. Bisogna partire bene e scegliere subito il bordo giusto, compito complicato per i tattici. Il Code Zero (vela di prua) è molto grande e davvero faticoso da gestire. In ogni caso oggi è stato un gran giorno per il team.”

ORACLE TEAM USA (2-5-2) è sembrato meno costante ma, a conti fatti, Spithill e il suo team hanno chiuso la giornata in seconda posizione.

Emirates Team New Zealand ha vinto con facilità la prima prova, ma ha commesso qualche errore di troppo in quelle successive rimanendo indietro nella flotta e concludendo la giornata in terza posizione. Per lo skipper Glen Ashby quella di oggi è stata comunque “un’ottima giornata” ed ha commentato: “era passato molto tempo da quando c’eravamo dati battaglia l’ultima volta, è stata una bella sensazione tornare a regatare. Abbiamo fatto un’ottima prima prova, ma purtroppo siamo rimasti indietro nell’ultima.”

Soft Bank Team Japan e lo skipper Dean Barker, si sono sentiti a casa. Il team ha mostrato degli ottimi slanci ma non ha avuto costanza fino alla fine ed è quarto nella classifica provvisoria.

Ian Percy, tattico di Artemis Racing, si è dovuto consolare con dei buoni momenti avuti sul campo di regata perchè ha chiuso in coda alla classifica a pari punti con Groupama Team France.

Per lo spettacolo, non proprio eccezionale oggi a causa del vento leggero, speriamo in un aumento della brezza omanita domani.

Classifica provvisoria:

Regata 1 – Sabato
Emirates Team NZ – 10 punti
ORACLE TEAM USA – 9 punti
Land Rover BAR – 8 punti
Artemis Racing – 7 punti
SoftBank Team Japan – 6 punti
Groupama Team France – 5 punti

Regata 2 – Sabato
Land Rover BAR – 10 punti
SoftBank Team Japan – 9 punti
Groupama Team France – 8 punti
Emirates Team New Zealand – 7 punti
ORACLE TEAM USA – 6 punti
Artemis Racing – 5 punti

Regata 3 – Sabato
Land Rover BAR – 10 punti
ORACLE TEAM USA – 9 punti
Artemis Racing – 8 punti
Groupama Team France – 7 punti
SoftBank Team Japan – 6 punti
Emirates Team New Zealand – 5 punti

Classifica dopo 3 regate:
Land Rover BAR – 8, 10, 10 – 28 punti
ORACLE TEAM USA – 9, 6, 9 – 24 punti
Emirates Team NZ – 10,  7, 5 – 22 punti
SoftBank Team Japan – 6, 9, 6 – 21 punti
Artemis Racing – 7, 5, 8- 20 punti
Groupama Team France – 5, 8, 7 – 20 punti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here