SHARE

Marina di Carrara– Nuove date (6-8 aprile) ma stessa importanza per il Seatec e il Compotec che aprono domani a CarraraFiere. I due eventi professionali, unici in Italia e nel Sud Europa dedicati rispettivamente alla tecnologia, alla componentistica, al design e alla subfornitura applicate alla nautica da diporto, e al settore dei materiali compositi e alle loro molteplici applicazioni, si aprono all’insegna di un clima propositivo.

45-1-slide-home-ita

Seatec e Compotec, organizzati da CarraraFiere, si avviano all’apertura delle edizioni 2016, rispettivamente XIV e VIII, che avverrà alle ore 10 di mercoledì 6 aprile, confermando le dimensioni e la portata degli eventi, mantenute costantemente anche in questi anni di crisi. Le due manifestazioni si stanno aprendo in un clima migliore, grazie anche allo spostamento in avanti nel calendario, richiesto dalla maggioranza assoluta degli stessi espositori, rispetto alla precedente data di febbraio, senza sovrapporsi ad altre manifestazioni internazionali, e all’insegna dell’ottimismo, grazie al rinnovato interesse del mercato per la nautica, ampiamente confermato dopo i recenti saloni nautici autunnali e invernali in termini di ripresa e di crescita delle vendite, sia in Europa sia in Usa.

Il distretto nautico spezzino-apuo-versiliese-livornese rappresenta il maggior concentrato di produzione di yacht nel mondo. Anche nel 2016, il Global Order Book redatto dalla rivista americana ShowBoats, conferma la supremazia italiana nella costruzione di superyacht, superiori a 24 metri, con una quota del 42% e un numero di ordini superiori a 280 per una lunghezza complessiva di costruendo di 10.500 metri, pari a un valore della produzione di circa €1,4 Mld, equivalente alla somma di quello di Olanda, Turchia, Stati Uniti e tutto il Continente Asiatico messi insieme. Nel distretto ne vengono costruiti 170 per una lunghezza superiore a 6.500 metri, pari a oltre il 60% della flotta in costruzione italiana, per un valore di quasi €1Mld. Nel distretto operano 13 cantieri e di questi 2 sono in vetta alla classifica, occupando il primo e il secondo posto, 6 si collocano entro i primi 30 cantieri del mondo e 5 entro i primi 50.

L’interesse di NAUTICA ITALIANA, la nuova associazione che riunisce i più prestigiosi cantieri e produttori di componenti italiani ha individuato in un salone italiano come Seatec, unico nel suo genere, territorialmente strategico per il distretto nautico spezzino-apuo-versiliese-livornese, la manifestazione tecnica da inserire nel proprio piano strategico. Da notare che tra i 50 cantieri considerati più vitali a livello globale, 10 marchi sono associati a Nautica Italiana e 4 di loro sono tra i primi 15. Un cantiere associato a Nautica Italiana è in testa alla classifica mondiale del mondo dei megasailer, così come quello in testa alla classifica per il numero di progetti del mondo dei motoryacht.

E’ stato infatti siglato un accordo tra CarraraFiere e Nautica Italiana che  prevede una serie di agevolazioni riservate ai soci di dell’Associazione, in particolare a quelli espressione dei comparti della componentistica, accessoristica e servizi, che parteciperanno a Seatec.

Il ricco palinsesto di convegni, workshop e seminari rappresenta un unicum nel panorama dei saloni professionali, generalmente concentrati solo sul prodotto e sull’esposizione e commercio dello stesso. Seatec e Compotec si sono invece sempre impegnati a organizzare momenti di approfondimento e di allargamento conoscitivo, per contribuire alla libera circolazione delle idee per una prospettiva di crescita del settore.

10278it-7sea
Si consolida e si espande l’ormai pluriennale invito di operatori stranieri in collaborazione con Ice/Ita, Italian Trade Agency, per allargare ulteriormente le occasioni di incontro diretto attraverso match-making B2B degli espositori di Seatec e Compotec. Per le edizioni 2016 la rappresentanza della delegazione di operatori esteri è notevolmente allargata. I rappresentanti della cantieristica, del refit e della distribuzione, provenienti da paesi di tutto il mondo nauticamente attivi, e i rappresentanti delle industrie utilizzatrici dei materiali compositi, sono il doppio degli anni precedenti, distribuiti in 50 delegati per Seatec, provenienti da 21 paesi europei ed extra-europei, Brasile, Cina, Croazia, Egitto, Finlandia, Francia, Germania, Hong Kong, India, Libano, Lituania, Marocco, Olanda, Polonia, Russia, Slovenia, Spagna, Sudafrica, Tunisia, Turchia, Usa, e 30 delegati per Compotec, provenienti da 11 paesi europei ed extra-europei, Danimarca, Estonia, Finlandia, Germania, Gran Bretagna, Israele, Polonia, Russia, Svezia, Turchia, Ungheria, con una copertura territoriale e di mercati pressoché completa.

I business meeting e la loro pertinenza con gli interessi degli operatori sono affidati al sistema Like Event: un metodo di organizzazione, conduzione e gestione del workshop ormai consolidato grazie all’esperienza pluriennale dell’agenzia Uplink in workshop organizzati dalla Regione Toscana. Grazie a questo sofisticato software è possibile gestire in due giornate oltre 1.500 incontri B2B programmati di 15 minuti, più altri 500 di live matching, ovvero di incontri occasionali combinati al momento.

 

Ricco il programma dei convegni, aperti gratuitamente al pubblico.

MERCOLEDÌ 6 APRILE
• Compositi e sostenibilità: problematiche tecniche ed economiche (in collaborazione con Assocompositi), dalle ore 11 alle ore 13.

• Il natante entry level di basso costo: una sfida del design e della cantieristica per attrarre nuovi utenti alla nautica e al mare e rigenerare un mercato in crisi (in collaborazione con UniGe Arch. Nautica, PoliMI, Master Yacht Design, Massimo Franchini, Franco Raggi, Antonio Luxardo), dalle ore 14 alle ore 16.

• Tecnologie di simulazione in ambito nautico e subfornitura (in collaborazione con Rina Academy e con MSC Software), dalle ore 15 alle ore 17.

• impiego dei CFD (computational fluid dynamics) per lo studio delle carene e tramite test in vasca navale virtuale (in collaborazione con arch. Michele Ansaloni e studio Van Oossanen, Wageningen), dalle ore 16:30 alle ore 17:30.

GIOVEDÌ 7 APRILE
• Stampa 3D e tecnologie additive per l’industria dei materiali compositi. Progettazione, prototipazione, materiali e processi innovativi (in collaborazione con Associazione Octima), dalle ore 10 alle ore 14. Quota di partecipazione €50.

• La security a bordo, problematiche, sistemi, metodi (in collaborazione con Rina Accademy), dalle ore 11 alle ore 13.

• Rivestimenti e trattamenti superficiali per il settore nautico: stato dell’arte, tendenze e prospettive future (in collaborazione con AIFM), dalle ore 14 alle ore 16.

• Sviluppo e caratterizzazione materiali compositi generati dall’accoppiamento di matrici termoplastiche e termoindurenti (in collaborazione con Università di Perugia – Gruppo STM), dalle ore 14 alle ore 14:45.

• Combustibili alternativi: risparmio energetico e riduzione di inquinanti. Le prospettive dei cascami termici e del GNL (gas naturale liquefatto) (in collaborazione con CNR Ancona, Mirumir, l’Università di Genova, Ingegneria),

• I compositi nell’aeronautica (in collaborazione con CETMA), dalle ore 15 alle ore 18.

VENERDÌ 8 APRILE

• “Dinamiche e prospettive di mercato della filiera nautica del diporto” – Quarta edizione”. Venerdì dalle ore 10:30 alle ore 12:30.

• Combustibili alternativi: risparmio energetico e riduzione di inquinanti. Le prospettive dei cascami termici e del GNL (gas naturale liquefatto) (in collaborazione con Ascomac, CNR Ancona, Mirumir, Università di Genova, Ingegneria), dalle ore 10:30 alle ore 12:30

• Le propulsioni alternative: diesel-elettrico e fuel-cell (in collaborazione con Benetti, Perini, Wider, Fincantieri), dalle ore 12 alle re 14

• Aroundboat: è Made in Italy il primo CRM digitale per la nautica (in collaborazione con Assonata- Poseidon), dalle ore 12 alle ore 13.

• Formazione nel settore nautico e reti d’impresa (in collaborazione con Assonat), dalle ore 14 alle ore 17.

www.sea-tec.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here