SHARE

Portsmouth, UK- Land Rover Ben Ainslie Racing ha varato e subito testato il T3, il suo terzo 45 piedi di sviluppo in vista dell’AC50 che sarà costruito e usato nell’America’s Cup 2017. Sir Ben Ainslie dimostra di far sul serio per cercare di riportare la Coppa nelle acque di casa del Solent, dove nel 1851 ne nacque la leggenda.

Il T3 ai primi "voli" nel Solent
Il T3 ai primi “voli” nel Solent

Il T3 ha uno sviluppo notevole nell’elettronica di bordo e nei sistemi di controllo delle regolazioni, tanto da essere definito dallo stesso team britannico più una sorta di “Matrix” che di yacht a vela.

Si tratta del secondo Turbo BAR, dato che T1 era ancora un ibrido tipo quelli di Luna Rossa. Giusto notare i timoni completamente appesi agli specchi di poppa, in modo da avere la stessa distanza deriva-timone che nel futuro AC50, come detto in articolo precedente. L’aerodinamica sotto la piattaforma appare ancora “sporca” e apparentemente un po’ di torsione.

Ben Ainslie, Team Principal e Skipper, ha commentato: “T3 è un’altro fantastico pezzo di tecnologia dai nostri progettisti, ingegneri, shore team e fornitori. E’ sensazionale vedere tutti i cambiamenti e passi in avanti che abbiamo fatto ogni volta che variamo una nuova barca. Questo è un nuovo team, ma sta crescendo in fretta, molto in fretta”.

Il T3 continuerà a navigare a Portsmouth per tutta l’estate 2016.

12 April 2016 Land Rover BAR sailing T3 for the first time off Portsmouth UK. Photo: Rick Tomlinson/Land Rover BAR
12 April 2016 Land Rover BAR sailing T3 for the first time off Portsmouth UK.
Photo: Rick Tomlinson/Land Rover BAR

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here