SHARE

Trieste- Circolo tra i più antichi d’Italia, lo Yacht Club Adriaco di Trieste annuncia la sua nuova stagione 2016. Fondato nel 1903, l’Adriaco è la più antica Società velica dell’Adriatico onorandosi di annoverare tra i suoi soci campioni olimpici, mondiali e italiani. “Stella d’oro al merito sportivo” seguita nel 2009 dall’ancora più prestigioso “Collare d’oro al merito sportivo”, l’Adriaco organizza tutti gli anni numerose competizioni veliche che lo rendono un club effervescente e vivace dove gli appassionati di mare possono divertirsi regatando.

Schermata 04-2457492 alle 13.16.27

Domenica 17 aprile riparte la stagione con la Regata di apertura, organizzata in collaborazione con la Società Triestina della Vela. Regata dedicata alle derive. In palio ci sono gli storici trofei e coppe del Club, con il Trofeo Silla per gli Snipe, la Coppa Adriaco per la classe Laser e la Coppa Favretto per i 420.
Nei giorni 22, 23 e 24 aprile prenderà invece il via la XXXI edizione della Coppa Tito Nordio dedicata alla Classe Star. Il 5 giugno sarà la volta della XXVIII edizione del Trofeo Baron Banfiled Over 60 (riservato ad imbarcazioni d’altura con il timoniere che abbia compiuto almeno 60 anni) e della IX edizione di quello under 15 dedicato ai giovani velisti della Classe Optimist.

A causa della concomitanza con i Campionati Nazionali Giovanili, quest’anno le due manifestazioni sono state accorpate e pertanto, in acqua, su campi di regata limitrofi, regateranno i giovanissimi e i diversamente giovani in un ideale passaggio di testimone. Le quote di iscrizione, su offerta libera, verranno, come di consueto, completamente devolute all’Associazione Goffredo deBanfield, che si occupa di assistenza agli anziani non autosufficienti co-organizzatrice della manifestazione.
Da oltre vent’anni la Coppa Primavela e i Campionati Nazionali Giovanili classi in singolo sono la grande festa della vela riservata ai giovani e giovanissimi, evento che ben esprime la passione dei più piccoli per questo sport e quello che rappresenta. L’edizione 2016 verrà co-organizzata dallo Yacht Club Adriaco che, per l’occasione, per riuscire a gestire un evento di così grosse proporzioni, si è riunito in un comitato organizzatore di cui fanno parte altre 13 ASD della zona, capitanate dallo Yacht Club Porto San Rocco.

L’evento si svolgerà dal 30 agosto al 6 settembre, coinvolgendo più di 800 atleti, con al seguito allenatori, famiglie e dirigenti sportivi per un totale di oltre un migliaio di persone. In acqua si attendono i campioni di domani, impegnati nella loro prima regata, che regateranno nelle classi Optimist, L’Equipe Under 12, tavole a vela Techno 293, Laser Radial e Laser 4.7.

Dopo una pausa estiva dedicata alle crociere e al riposo prima dell’intenso inizio di autunno da sempre caratterizzato da una miriade di appuntamenti velici, a fine agosto (26/08) verranno organizzate, in collaborazione con la Società Triestina della Vela, le tradizionali Regate sociali dedicate ai cabinati e alle derive.
Per il 16 settembre è invece in programma la 55ma edizione della regata d’altura “Trieste – S.Giovanni in Pelago – Trieste” che apre, come da tradizione, la Settimana Velica Internazionale del 2016. Oltre ai premi per i primi tre classificati di ogni categoria, verranno assegnati i tradizionali trofei e coppe Challenge del Club: alla prima imbarcazione a tagliare l’arrivo sarà assegnata la Line Honours con la Coppa Gabrio de Szombathely, la Coppa “Ammiraglio Straulino” verrà assegnata al Circolo Velico le cui imbarcazioni otterranno i migliori punteggi nelle categorie ORCi e Open nella regata d’altura. La partenza della regata come da tradizione è prevista nel suggestivo specchio d’acqua del Bacino S.Giusto, davanti alla Piazza dell’Unità d’Italia, alle ore 22.30. La Settimana Velica prosegue poi con due prove a bastone domenica 18 settembre e con altre prove a bastone sabato 24 e domenica 25.

Giunti ai primi di ottobre, la stagione di regate si chiude con lo splendido Raduno Città di Trieste è organizzato in collaborazione con l’AIVE (Associazione Italiana Vele d’Epoca), dedicato alle signore del mare, cioè alle Vele d’Epoca, barche con una storia ricchissima da raccontare. Il raduno, giunto ormai alla sua XIX edizione, è un’ottima scusa per preparare le barche per la Barcolana Classic e per farsi ammirare, durante la sfilata lungo le rive, dagli appassionati di vela di tutte le età.

http://www.ycadriaco.it/

1 COMMENT

  1. Ero il secondo di Nave Vedetta quando ospitammo a bordo due membri della Giuria (uno era il povero Giacomi detto Prodigio). La Nave faceva da scorta ad una regata che partiva da Trieste andava a Sansego e tornava nella città alabardata.
    Quando tutte le barche erano arrivate l’unica mancante era O’ Cangaceiro, che cercammo per un paio di giorni per mare(mosso) salvo poi scoprire che era entrato in porto a Pola senza darne comunicazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here