SHARE

New York, USA- La vela ha ancora una volta dimostrato che, nonostante televisioni, orari prestabiliti e nuovi formati, a comandare sarà sempre il vento. Ieri l’Hudson a New York, scenografico teatro delle Louis Vuitton AC World Series, ha proposto corrente contro il vento leggero che ha praticamente reso impossibili le regate programmate per la prima giornata dell’evento. Le televisioni avevano l’esigenza di orari fissi e ACEA le ha accontentate con regate previste tra le 14 e le 15:30 locali, ma ecco che il vento, come da tradizione velica, ci ha messo del suo e in quella finestra temporale è stata possibile solo una partenza, poi vanificata dall’abbandono della prova per le condizioni insufficienti.

Land Rover BAR e Oracle sullo fondo dell'Empire State Building
Land Rover BAR e Oracle sullo fondo dell’Empire State Building

Dopo le 15:30 locali, fuori quindi dalla finestra televisiva prevista, si è disputata una prova, vinta da Softbank Team Japan davanti ad Artemis e Groupama Team France. Tale prova è stata definita come “substituted Race” e sarà considerata valida solo se oggi non dovessero essere disputate prove valide.

Il vento, stando alle previmeteo locali, per oggi dovrebbe invece riservare condizioni eccezionali, con vento sui 15/20 nodi, capaci di esaltare lo show che vuole ACEA. Se poi ci fossero anche le regate sarebbe tutto di guadagnato…

Ieri, comunque, un buon pubblico era presente al Battery Park per assistere al ritorno dell’America’s Cup a New York. Oggi, con diretta tra le 20 e le 21:30 italiane sull’App AC+ a pagamento (unico modo di vedereil live in Italia), sono in programma tre prove a punteggio doppio.

La Gallery di Cosimo Malesci:

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here