SHARE
Fulvio Capri Cruciani al timone di Luduan al passaggio di Montecristo

Porto Ercole- LA 39a Coppa Regina dei Paesi Bassi del Circolo Nautico e della Vela Argentario ha visto la partecipazione di 22 barche. I venti hanno variato da 4 a 13 nodi per poi ricalare completamente durante la seconda notte.
Il Vismara 47 Candelluva ha tagliato per prima la linea di arrivo a Porto Santo Stefano alle ore 16:07:10 dopo 20 ore 37 minuti 10 secondi di navigazione per chiudere le 100 miglia circa del percorso. Sua anche la vittoria in handicap ORC e IRC.

Fulvio Capri Cruciani al timone di Luduan al passaggio di Montecristo
Fulvio Cruciani su Luduan al passaggio di Montecristo

Per Dario Di Natale, skipper di Candelluva “è stata una bellissima regata con tempo meraviglioso. Noi veniamo apposta dalla Liguria per regatare in questi scenari, per questo scegliamo di partecipare a tutte le regate del TAT. Ci siamo dovuti destreggiare con i continui salti di vento ed è proprio il buco di vento che ci ha sorpreso alle Formiche che ha permesso a .G di raggiungerci. Noi giocando con la poca aria siamo riusciti a passarli a destra e a guadagnare acqua e quindi mantenere il vantaggio”.

“E’ stata una regata bellissima”,, ha commentato Gabriele Guerzoni armatore di .G “ci è piaciuta molto. Abbiamo avuto una notte lunghissima per il poco vento, ma il punto più difficile è stato certamente quello della boa di disimpegno e l’uscita dall’Argentario, poi è arrivata l’aria. Abbiamo regatato quasi sempre con un buon margine sulla flotta, solo alle Formiche di Grosseto ci siamo ingaggiati con gli amici di Candelluva. Il passaggio sotto Montecristo è ‘da urlo”.

J Storm di Guido Tabellini vince nella classifica X2 “È stata una regata magnifica, la prima lunga che ho fatto con mia moglie ed è stata ideale, ci siamo divertiti moltissimo. Anche le condizioni meteo con venti leggeri, a parte qualche difficoltà in partenza, sono state ideali. Abbiamo avuto la fortuna di passare le Formiche all’alba e anche Montecristo nelle più belle condizioni. È stato un vero spettacolo” .

“È la rivincita della Regina” afferma entusiasta Enrico De Crescenzo, quarto in ORC e in IRC ” sono tornate le barche di alto livello tecnico e competitivo, che hanno saputo affrontare le bonacce. Nonostante i venti leggeri è stata una bellissima regata”.

A chiudere la regata alle 10:06:50 di questa mattina, dopo 38 ore 36 minuti e 50 secondi è stato Stefano Fragapane “siamo stati campioni olimpici nel prendere tutte le bonacce, ma eravamo in regata e non abbiamo mai pensato di desistere. Lo spettacolo più bello é stato l’essere accompagnati dai delfini per due ore fino all’arrivo a Montecristo”.

Candelluva II di Francesco Paolo Bertuzzi domina le classifiche ORC e IRC. Striptease di Riccardo Maria Serranò è secondo e .G terzo.

Nella classifica X2 Tabellini è seguito da Tany & Tasky 4 di Guido Deleuse, al secondo posto in ORC e in IRC e da Brutti Vizi di Stefano Nasi in IRC.

Per Claudio Boccia, presidente del CNVA: “E’ stata ancora una volta una bella occasione per portare persone a regatare nelle acque della Toscana e dell’Argentario in particolare. In questo week end abbiamo visto in acqua 33 team da 9 nazioni per il Campionato Europeo delle Sailing Series Melges 20, su percorsi a bastone davanti a Porto Ercole, dall’altra le 22 barche che hanno preso parte alla 39a Coppa Regina d’Olanda hanno tenuto impegnato il Circolo 38 ore consecutive per consentire a tutti i partecipanti il miglior svolgimento della regata. Siamo molto soddisfatti, soprattutto di aver registrato la massima soddisfazione da parte di chi, ancora, non conosceva le nostre acque e il nostro territorio. LA Coppa Regina dei Paesi Bassi è la seconda delle quattro regate  del  Trofeo Arcipelago Toscano, ed ora siamo contenti di passare il testimone allo YC Santo Stefano e al CVCPS per la Silver Race che partirà il 21 maggio”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here