SHARE

Portofino- Oltre 100 dinghy 12’ in festa a Portofino dal 20 al 22 maggio per celebrare la XX edizione del Trofeo SIAD Bombola d’Oro, la grande classica organizzata dallo Yacht Club Italiano con la partnership del Gruppo SIAD e con la collaborazione del Circolo Velico di Santa Margherita Ligure e del Circolo Nautico di Rapallo.

Dinghy in Tigullio. Foto Rastrelli
Dinghy in Tigullio. Foto Rastrelli

Terminate la registrazione e la formalizzazione delle iscrizioni, in programma il pomeriggio di giovedì 19 e la mattina di venerdì 20 maggio, il Trofeo SIAD Bombola d’Oro prende il via venerdì 20 maggio alle 14 con con la prima regata.
Si prosegue quindi con altri due giorni di regate in programma sabato 21 e domenica 22 maggio.
La sera di sabato 21 maggio si svolgerà inoltre la cena che SIAD dedica a tutti i partecipanti, seguita da uno spettacolo di fuochi d’artificio.

Per festeggiare l’importante ventennale della regata, Nave ITALIA (il brigantino di 61 metri della fondazione Tender to Nave Italia costituita dalla Marina Militare e dallo Yacht Club Italiano) sarà nelle acque del Golfo del Tigullio e ospiterà a bordo la premiazione del Trofeo SIAD, in programma domenica 22 maggio. La banda della Marina Militare suonerà inoltre nella Piazza di Portofino nel pomeriggio di sabato 21 maggio.

La storia del Trofeo SIAD Bombola d’Oro
Il Trofeo SIAD – Bombola d’Oro – il “Bombolino”, come lo chiamano con affetto i veterani –  è nato dalla passione per il mare di Roberto Sestini, Presidente del Gruppo SIAD, e di un gruppo di amici di Portofino. Una sera del 1996, al tavolo di un ristorante, decisero di dare spazio e respiro a questa loro passione e di organizzare una regata aperta a tutti, dove confrontarsi con gli amici; anche per vedere chi era il migliore ma soprattutto per condividere lo stesso amore per la vela e il mare.
Da quell’idea, semplice e affascinante, ha preso il via una manifestazione che è ormai una classica della stagione velica non solo italiana e che, come già da diversi anni, vede anche la presenza di numerosi velisti stranieri.

Il Trofeo SIAD Bombola d’Oro è una regata impegnativa, che richiede preparazione e abilità tecnica, che riesce a coniugarsi con il piacere di navigare a vela con gli amici, pronti ad aiutare chi si trova in difficoltà, a condividere esperienze ed emozioni. Merito forse anche di un’imbarcazione, il Dinghy 12’ che, progettata nel 1913, festeggia i suoi 103 anni di vita e che nella sua storia è riuscita a mantenere intatto il suo fascino, a proteggere la sua tradizione dall’assalto della tecnica più esasperata.

La Classe Dinghy
L’Associazione Italiana Classe Dinghy 12’, fondata nel 1969 e riconosciuta dalla Federazione Italiana Vela, conta 299 soci tesserati e oltre 600 barche naviganti tra scafi in legno, scafi in vetroresina e legno e scafi in vetroresina, di recente costruzione e d’epoca. La grande attrattiva di questa imbarcazione è data dal fatto che possono regatare insieme barche di legno e di vetroresina: i dinghy costruiti in legno recentemente varati hanno addirittura le stesse prestazioni di uno scafo in vetroresina. La ranking list della classe conta 243 timonieri. Il Dinghy è una barca di grande fascino, tecnica ed elegante, capace di evolversi rimanendo sempre se stessa.
Progettata de George Cockshott nel 1913, è lunga poco più di 3 metri e sfrutta la potenza del vento sull’unica grossa vela aurica.

La regata si svolge con il patrocinio dei Comuni di Portofino, Santa Margherita Ligure e Rapallo.

www.yci.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here