SHARE

Gaeta- Che show oggi alla Finn Gold Cup di Gaeta. Ponente a 18-28 nodi e onda, free pumping, il Finn olimpico al suo meglio, leggendario, durissimo, quasi brutale… e difficilmente eguagliabile per intensità. Giles Scott impressiona con due primi nelle ultime due prove, vinte con distacco da “uomo solo al comando” ed ha ormai vinto matematicamente la sua quarta Gold Cup.

Giorgio Poggi, bravissimo e determinato, ottiene un 3-10 in race 6 e 7, quelle più ventose” e sale al sesto posto nella generale. Il DT Michele Marchesini ci ha dichiarato di averlo visto regatare benissimo nella sesta prova, definita “un capolavoro”. Giorgio Poggi (Garnell Sailing Team, Fiamme Gialle, 6-12-41-13-20-3-10) conquista la Medal Race e ha la chance di concorrere domani anche per un posto tra i primi cinque, risultato che nella Finn Gold Cup manca all’Italia addirittura dall’argento di Luca Devoti nel 1997. Soprattutto, Poggi si avvicina decisamente a quella che potrebbe essere la sua seconda Olimpiade.

Una bella partenza di Giorgio Poggi nella giornata di oggi a Gaeta. Foto Di Fazio
Una bella partenza di Giorgio Poggi nella giornata di oggi a Gaeta. Foto Di Fazio

Anche Paoletti regata bene ed è ottavo nella prima prova di giornata, poi la benzina è al limite e conclude con un 19-17 che gli vale in 12esimo in classifica, appena fuori dalla Medal Race di domani. Per Paoletti la serie è comunque buona: 28-13-15-10-8-19-17.

Il Ponente di Gaeta ha esaltato la flotta, con evidente separazione degli atleti di livello olimpico dal resto, che comunque si è impegnato al massimo nelle condizioni brutali della giornata, certamente da ricordare per tutti. Da segnalare nella settimana anche le prove del giovanissimo Federico Colaninno (in regata con la barca gentilmente concessa da un’appassionato come Renato Irrera) che potrebbe avere un buoin futuro se si impegnerà a lungo nella classe Finn.

Su Giles Scott poco da dire. L’erede designato di Ben Ainslie era il favorito e ha vinto la sua quarta Gold Cup (domani, con 21 punti di vantaggio sul secondo, gli basterà concludere la Medal) confermandosi come l’atleta da battere a Rio 2016.

Giles Scott in testa con enorme vantaggio a una delle prove di oggi con 25 nodi alla Gold Cupo di Gaeta. Foto Deaves
Giles Scott in testa con enorme vantaggio a una delle prove di oggi con 25 nodi alla Gold Cupo di Gaeta. Foto Deaves

Giorgio Poggi ha dichiarato: “Ho disputato 3 ottime regate, la velocità in acqua è sempre stata buona anche in virtù del pompaggio libero disposto dal comitato di gara. Sono soddisfatto anche per le scelte tattiche: ho regatato sul giusto lato del campo, sfruttando bene i salti di vento. Sono molto contento del risultato ottenuto oggi, proprio quando i tecnici della Federazione erano presenti in mare per valutare gli atleti in vista dei Giochi Olimpici di Rio, credo di aver sbagliato una sola gara in questa settimana e sono davvero fiducioso per la finale”.

Il DT Michele Marchesini ci ha detto che “Siamo stati oggi sul campo di regata e abbiamo assistito a regate veramente interessanti. Alla fine dell’evento sottoporremo la nostra relazione al presidente, al Consiglio federale (in programma a fine mese, Ndr) e al CONI che prenderà la decisione finale, ma certamente in questi giorni sono arrivate indicazioni interessanti”.

Ricordiamo che, non avendo nessuno dei finnisti italiani i risultati strettamente richiesti dalla normativa, la selezione dovrà avvenire con una deroga richiesta al CONI.

Domani in programma la Final Race (ore 11) per la flotta dall’undicesimo in su e poi la Medal Race (ore 13) per i primi dieci, tra cui appunto Giorgio Poggi, che è a 12 punti dal bronzo e a cinque dal quinto posto.

Per seguirle:

Twitter: twitter.com/Finn_Class
Facebook: www.facebook.com/Finn-Class-110408332633/

In classifica dietro a Giles Scott (oggi 7-1-1), troviamo il danese Jonas Hogh-Christensen (8-3-4) e l’olandese PJ Postma (4-5-12).

Così gli italiani: 6.Poggi; 12.Paoletti; 27.Baldassari; 30.Voltolini; 36.Ferrarese; 40.Strappati; 41.Savio; 42.Giovanelli; 50.Colaninno; 53.Vongher; 55.Ronconi; 57.Cinque; 58.Buglielli; 61.Cattaneo; 62.Lubrano; 67.Cisbani; 68.Podestà.

Il Mondiale Finn è organizzato dallo Yacht Club Gaeta E.V.S. e dalla International Finn Association, in collaborazione con Sezione Vela Fiamme Gialle, Club Nautico Gaeta, Lega Navale Italiana Sezione di Gaeta e i patrocini del Comune di Gaeta e del CONI Comitato Regione Lazio.

Scott. Foto Deaves
Scott. Foto Deaves

“Siamo soddisfatti della meccanica organizzativa – il commento di Luca Simeone, A.D. Base Nautica Flavio Gioia – Oggi abbiamo archiviato altre tre prove in condizioni spettacolari di vento teso, sole e mare formato. Condizioni davvero dure. Nell’organizzazione abbiamo dato molta attenzione alla sicurezza e questo investimento ha fatto sì che tutto filasse liscio anche in una giornata come oggi, in cui era facile avere avarie alle barche. Con la Medal Race in programma domani chiuderemo con il botto: per dare ai cittadini la possibilità di vivere le fasi più avvincenti ed emozionanti della finale, sposteremo il campo di gara vicino al lungomare, all’altezza di Piazza Bonelli, nella città vecchia dove, finita la regata, si svolgerà la festa del podio”.

http://2016.finngoldcup.org/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here