SHARE

Aggiornamento ore 22:00 Record alla 62esima Regata dei Tre Golfi. Cippa Lippa 8 (skipper Francesco Diddi, tattico Roberto Spata), taglia il traguardo prima in tempo reale e vince la Coppa Gustavo d’Andrea. Napoli–Ponza-Li Galli-Napoli, 170 miglia percorse in appena 16h 44m 13s, batte il record detenuto da My Song dal 2006. L’armatore, Guido Paolo Gamucci, ha mantenuto la promessa fatta ieri prima di lasciare la banchina: “Ci toccherà arrivare primi in reale anche quest’anno!” aveva detto scherzando, ma non troppo. “è stata una regata impegnativa fin dal primo momento: mare incrociato, groppi e vento teso. Abbiamo navigato spesso con 28-30 nodi, condizioni in cui Cippa Lippa si esprime bene. Dopo il giro di Ponza abbiamo recuperato Fra Diavolo, approfittando anche di un loro momento difficile” ha commentato Gamucci appena sbarcato, stanco ma soddisfatto.

L'equipaggio di Cippa Lippa 8 festeggia la vittoria in reale  il record
L’equipaggio di Cippa Lippa 8 festeggia la vittoria in reale il record

Bella regata anche per Fra Diavolo, di Vincenzo Addessi, secondo all’arrivo. “Bella regata! Faticosa per le condizioni, qualche rottura all’attrezzatura. Abbiamo girato per primi Ponza, poi la rottura dello spi ci ha fatto perdere il vantaggio su Cippa Lippa che ha approfittato prontamente. Non siamo riusciti più a recuperarlo” ha dichiarato Paolo Scutellaro, tattico di Fra Diavolo. Terzo all’arrivo, Flying Dragon, di Giorgio Marsiaj.

Napoli- Bella partenza della Regata dei Tre Golfi alla mezzanotte di ieri sera a Napoli. 18 nodi di vento la 62esima edizione della Regata, come non accadeva da decenni. Fra’ Diavolo gira per primo l’isola di Ponza seguito da Cippa Lippa.

Grande assente nelle scorse edizioni, il vento è giunto puntuale con una intensità di 16-18 nodi, sulla linea di partenza, illuminata dalle fotoelettriche. Settanta imbarcazioni, uno spettacolo che ancora una volta ha rapito i passanti sul lungomare di Santa Lucia, gremito di spettatori incuriositi, fermi ad aspettare la mezzanotte nonostante le temperature non proprio confortevoli.

La serata della Tre Golfi. Foto Rastrelli
La serata della Tre Golfi. Foto Rastrelli

La flotta si è diretta verso il primo mark, l’isola di Ponza, poi si dirigerà verso Li Galli ed infine tornerà a Santa Lucia per tagliare il traguardo. Alle 08.25 di stamattina, Fra Diavolo, di Vincenzo Addessi, ha doppiato Ponza, seguito da Cippa Lippa 8, il Cookson 50 di Guido Paolo Gamucci, vincitore in tempo reale della scorsa edizione.

”Non conosciamo bene l’imbarcazione abbiamo fatto poche regate, è da mettere a punto ancora,” ha commentato ieri sera in banchina, Paolo Scutellaro, tattico di Fra’ Diavolo ” ma abbiamo ricostruito l’equipaggio affiatato di un tempo, con cui abbiamo vinto tanto” ha concluso. A bordo anche Alberto Simeone, socio del CRV Italia, progettista dell’elegante Mylius18E35.
“Sarà una bella bolina!” ha dichiarato sempre sorridente Gamucci,. Non è la prima volta che partecipa alla “Tre Golfi”, Mauro Pelaschier a bordo di Perla Blu II, di Fabio Marazzi ha commentato le condizioni meteo: “sarà una bolina vivace, dove i piccoli e un po’ tutti soffriremo l’onda. Ma prima di tutto speriamo che nessuno dimentichi di navigare in sicurezza!” ha concluso il timoniere di Azzurra.

Tra i nomi noti, Paolo Cian in gara su Shirlaf. Per la prima volta alla costiera del “Circolo Italia”, Angry Red, di Domenico Cicala, al timone Carlo Varelli, Presidente del Club Nautico della Vela. Anche il Presidente del CRVI, Roberto Mottola di Amato è in regata ma con uno scopo ben preciso: con il Consigliere alla Vela Lars Borgstrom, ospiti di Gaetana di Riccardo Pavoncelli, accompagnano Vittorio Brunese, Marco Crispino, Fabrizio Perrone Filardi e Simone Stolfo quattro giovani e promettenti leve della squadra agonistica 420 del “Circolo”, per la prima volta in regata su una barca d’altura.

Come sempre il Circolo del Remo e della Vela Italia ha salutato i regatanti e li ha accompagnati alla mezzanotte offrendo una splendida serata di gala affiancato Ferrarelle e da UBI – Banca Popolare di Ancona e da Ferrarelle che di anno in anno rinnovano la fiducia verso questo appuntamento di grande richiamo. Le terrazze ed i saloni del sodalizio più antico di Napoli, organizzatore dell’evento, e quello del Reale Yacht Club Canottieri Savoia, hanno accolto 900 ospiti, tra autorità, soci e regatanti.
È intervenuto anche il sindaco Luigi de Magistris, rapito dallo spettacolo offerto in mare ha dichiarato: ” ancora una volta Napoli protagonista di un grande evento sportivo di grande suggestione. Uno scenario bellissimo!”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here