SHARE
Foto Hainoja

Torbole- Muscoli doloranti ma tanto divertimento oggi sul Garda Trentino per la prima giornata del Finn World Master dei Record al Circolo Vela Torbole. I 355 Finn hanno disputato due prove per ognuno dei 4 gruppi in cui è stata divisa la flotta, con un’Ora dai 14 ai 22 nodi, non proprio il massimo per gli agguerriti ultraquarantenni che, nella categoria Legend, arrivano ben oltre i settant’anni.

Foto Hainoja
Foto Deaves

Eppure lo spirito del Finn ha avuto la meglio e le regate sono state avvincenti, mettendo subito in evidenza il favorito, lo spagnolo Rafa Trujillo,m uno che solo 12 anni fa vinceva l’argento olimpico (Atene 2004) e nove anni fa una Gold Cup. L’andaluso ha ottenuto due primi, al pari del campione uscente, il russo Vladimir Krutskikh (Team Fantastica) e dello svizzero Piet Eckert (Ex olimpico di FD e membro della Dinghy Academy). Con un primo e un secondo l’australiano Paul McKenzie, con due secondo il ceco Michael Maier.

Finn a perdita d'occhio sul Garda. Foto Hainoja
Finn a perdita d’occhio sul Garda. Foto Hainoja

Migliore della nutrita flotta italiana è stato il caldarino Florian Demetz, 17esimo (10-3), seguito dall’altro altoatesino Martin Atzwanger, ventesimo. 32.Riosa; 33.Passoni. Lanfranco Cirillo, sponsor dell’evento, è 107esimo.

Domani altre due prove, a partire dalle ore 13.

http://circolovelatorbole.com/uploads/regate/95_finali-finn-day-2.htm

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here