SHARE
Un Moth. Foto Orsini

Malcesine- La febbre foiling sta contagiando ormai tutta la vela. Chi non vede l’ora di volare e chi invece trova che tutta questa rincorsa alla velocità sia un po’ fine a se stessa e alla lunga anche un po’ noiosa. Due mondi destinati, chissà, anche a separarsi in futuro… ma che hanno un dato certo, questa, piaccia o no, è la maggior innovazione della vela degli ultimi vent’anni. Una punto di svolta in grado addirittura di cambiarne il dna stesso. E, infatti, coloro che non hanno dubbi sullo sviluppo tecnologico e lo spettacolo dei foil sono proprio i giovani velisti, che sempre più apprezzano questo modo nuovo e per certi versi rivoluzionario di far vela. LO sviluippo tecnologico, dl’altra parte, non può essere certo interrotto, altrimenti andremmo ancora tutti per mare con vele quadre o i vecchi “fiocchi pallone”.

Un Moth. Foto Orsini
Un Moth. Foto Orsini

Tra i primi a intuire questo sviluppo, che si sta velocemente realizzando sulla scia dell’America’s Cup in tutti i settori e discipline veliche, è stato Domenico Boffi, ideatore della The Foiling Week, ormai da due anni la prima e unica serie di eventi dedicati al mondo delle barche volanti, ai loro velisti e alle tecniche di progettazione e costruzione a esse connesse.

La III edizione della The Foiling Week è in programma alla Fraglia Vela Malcesine da lunedì 4 a domenica 10 luglio. E non è tutto, visto che un secondo evento Foiling Week 2016 si terrà a Newport, Rhode Island, capitale velica yankee che ha ospitato per quasi un secolo la Coppa America.

Foiling Week 2016 è cresciuta ospitando un numero sempre maggiore di classi, che quest’anno saranno ben 7 tra cui alcune prime mondiali come i catamarani S9 e i monoscafi Waszp. Tra le classi più attese i GC32, catamarani lunghi 12 metri e larghi 6 su cui si allenano anche i team di Coppa America, saranno presenti Team New Zealand a bordo di Team Tilt e Team France su Norauto. I GC32 disputano la seconda tappa del loro circuito proprio in quei giorni.

Ovviamente non potranno mancare i Moth, la classe da cui il mondo foiling ha avuto la spinta maggiore, che ritornano in regata con un test per i Moth Worlds del 2017 che si disputeranno proprio sul Garda veronese con una flotta attesa di più di cento barche.

GC32
GC32. Foto Orsini

I catamarani Flying Phantom tornano per il secondo anno consecutivo a regatare alla Foiling Week. La flotta è cresciuta e sono attesi almeno 12 equipaggi che disputeranno la quarta tappa del loro competitivo circuito europeo. Tra i prototipi il Voilavion innovativo cat di 18 piedi, i Cherubs, Whispers e tanti altri scafi volanti.

Il TFW Forum ospiterà di nuovo Martin Fischer progettista dei foil degli AC45 e del GC 32 stesso, Peter Steinkloger di Godspeed con un innovativo progetto di foiling dotato di ballast, Rudo Enserink che presenterà gli aspetti progettuali del catamarano volante da crociera G4 e del competitivo Classe A DNA F1. E poi ancora altri notissimi speaker come Doug Schickler, progetti come la conversione in barca volante del laser Olimpico e molte altre presentazioni di alto valore tecnico.

Il video preview dell’evento:

The Experience is Everything from Foiling Week on Vimeo.

Tutte le barche presenti si sfideranno sabato 10 luglio nella regata Long Distance Race. Questo tipo di competizione è la nuova classica del Garda, una Centomiglia del foiling in cui tutte le classi si confrontano in un percorso che sfila davanti al Castello di Malcesine raggiunge Campione, Capo Reamol e poi torna a Navene davanti alla Fraglia Vela Malcesine da dove era partita.

Tra gli eventi culturali che avranno luogo durante la Foiling Week a Malcesine in programma anche la mostra fotografica patrocinata da AcomeA “Voglio scrivere di luce e di vento” della fotografa Martina Orsini. La mostra è composta da foto di foiling che l’autrice a scattato alle scorse edizioni della Foiling Week.

6fca02dc-d83a-47b8-be12-91b38d1d901f

www.foilingweek.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here