SHARE
In regata a Palermo. Foto Lopez

Palermo – E’ la prima volta che il Campionato Italiano Assoluto d’Altura sbarca in Sicilia, dalla sua prima edizione del 1994, e la location di Palermo stuzzica indubbiamente le fantasie di molti armatori. E’  per questo che per gli “scudetti della vela”, in calendario dal 26 al 30 luglio, sono attese nel capoluogo siciliano non meno di 50 imbarcazioni. Lorganizzazione è affidata ai Circoli Velici Riuniti con il patrocinio del Comune di Palermo.

In regata a Palermo. Foto Lopez
In regata a Palermo. Foto Lopez

Saranno due i campi di regata, uno nel golfo di Palermo e uno nel suggestivo scenario del Golfo di Mondello, già teatro della partenza della Palermo-Montecarlo.

In condizioni di caldo e alta pressione il regime di termica dominante sarà quello da Nordest, che potrebbe soffiare anche sopra i 10 nodi nelle giornate più asciutte e calde. Contrariamente l’evenuale passaggio di pertubazioni nel periodo estivo porterà flussi intensi da Maestrale. Campi di regata comunque non semplici da interpretare, sui quali le imbarcazioni locali potranno dire la loro.

La Cala, il porto turistico di Palermo, si appresta ad accogliere la flotta in arrivo, che potrà cos’ ormeggiare in pieno centro storico, godendo oltre che delle regate delle bellezze artistiche, e perché no gastronomiche, che la città offre.

Tra le imbarcazioni che hanno confermato la loro presenza spiccano al momento lo Swan 42 BeWild, il Mylius 15e25 Ars Una, il Grand Soleil 37 Sagola Biotrading, l’X41 Le Coq Hardy, tutte barche che si sono distinte nelle ultime stagioni nelle prove d’altura o tra le boe in Mediterraneo. A fare gli onori di casa non poteva mancare il Grand Soleil 40 Alvarosky del Presidente UVAI Francesco Siculiana, ma l’entry list è in aggiornamento e nelle prossime settimane saranno molti i protagonisti che si aggiungeranno.

http://www.campionatoitalianoaltura2016.it/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here