SHARE

Porto Rotondo- Va a Wasabino il Campionato Nazionale ESTE 24 – DHL Trophy conclusosi ieri a Porto Rotondo, in Costa Smeralda. Wasabino di Stefano Petricone, con al timone Gigi Ravioli, è riuscita a gestire il team targato Aniene dell’imbarcazione RiDeCoSì di Alessandro M. Rinaldi, Piccola Peste di Davide Cariata, grazie ai due scarti dopo nove prove si prende il terzo posto grazie ad una giornata in crescendo.

La flotta Este 24 ha chiuso questo Campionato Nazionale DHL Trophy con nove prove disputate in un crescendo di agonismo e condizioni meteo che hanno regalato un’ultima giornata grandi emozioni ai team partecipanti, rientrati a terra soddisfatti, evitando un groppo di pioggia proveniente dal Golfo Aranci ed incredibilmente appagati dell’ultima giornata di vela.

13495427_800189020082166_1821077581552646788_o

Un Campionato Nazionale da 10 e lode, per agonismo, per le condizioni meteo sul campo di regata e per l’organizzazione a mare e in terra dello Yacht Club Portorotondo. Dhl festeggia con i vincitori una partnership di grande valore, con una classe, L’Este24, che si conferma tra le piùdella monotipia nazionale.

Stefano Petricone, armatore di Wasabino: Siamo ovviamente molto soddisfatti del nostro successo, dopo una prima giornata da ricordare, il ritorno  dei bravissimi ragazzi di Aniene  ha rimesso il campionato in discussione costringendoci a fare conti con la tenuta psicologica. Il mio equipaggio  ha reagito benissimo e alla fine l’abbiamo  spuntata. grazie quindi ad Alessandro Pagliarini, a Vincenzo  De Maria, a Stefano Torroni che per questo campionato ha sostituito Gianluca impegnato con la nazionale in vista di Rio 2016. Grazie soprattutto al nostro tattico, Gigi Ravioli, vero artefice  della nostra crescita”.

Alessandro M. Rinaldi, timoniere di RiDeCoSì – C.C.Aniene : “La piazza d’onore, ampiamente meritata è per l’equipaggio più in forma della Classe, che ci ha fatto soffrire in questa giornata, ma la vera soddisfazione è vedere il livello altissimo di tutta la flotta che, se guardiamo la classifica, ha lottato fino all’ultimo con piazzamenti superbi in tutte e 9 le prove disputate. Basta pensare che 6 equipaggi hanno fatto almeno un primo posto e altrettanti un secondo. I complimenti vanno fatti anche all’organizzazione, ai posa boe ed al Circolo organizzatore che è riuscito in questi 4 giorni ad infilare perfettamente le 9 regate più la practice race, grazie all’esperienza del Presidente del Comitato, Alberto Roggero, della terna arbitrale e del direttore sportivo Nanni Ono.”

Davide Capriata, timoniere-armatore di Piccola Peste: “Siamo molto felici perchè guadagnare il terzo posto all’ultima regata dopo un venerdì 17 veramente nefasto per la rottura del timone ha un sapore ancora più intenso. Voglio ringraziare il mio tattico Giovanni Bonzio e tutto il team che non ha mollato dopo il primo giorno sfortunato. Regate bellissime in una location affascinante che ci ha regalato una tre giorni per noi indimenticabile.”

www.este24.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here