SHARE

Amburgo, Germania- Dopo la nascita formale della “Champions League” della vela, registrata lo scorso 17 giugno ad Amburgo come ISLA, International Sailing League Association, il consiglio direttivo formato da Peter Wolsing (Danimarca), Edward Russo (Francia) e Roberto Emanuele de Felice (Italia) ha ratificato ieri lanomina dell’italiano come vice presidente.

 dc6048_04703f8be05c4e3d947eddfa652f90e3~mv2

“Questo ulteriore sviluppo è la logica conseguenza della crescita della famiglia delle leghe vela nazionali” ha dichiarato Oliver Schwall, fondatore e ideatore della lega internazionale e della Lega Vela Tedesca (Deutsche Segel-Bundesliga). “Stiamo creando delle strutture stabili e un regolamento chiaro che incorpori gli interessi di tutti per assicurare un futuro di successo a questo nuovo format velico internazionale”.

Negli ultimi tre anni questo nuovo format proposto dalle Leghe sta diventato sempre più conosciuto, tanto che le nazioni che lo hanno adottato sono oggi più di 16 per totale di oltre 300 club coinvolti e più di 2000 velisti che si sfidano per aggiudicarsi il titolo di miglior club nazionale per un totale complessivo che supera gli 80 eventi l’anno. I migliori club di ciascuna nazione si qualificano per la SAILING Champions League che  nel 2016 si svolgerà in due momenti: il primo a San Pietroburgo ed il secondo a Porto Cervo.

Roberto Emanuele de Felice, Presidente della Lega Vela Italiana, ha commentato: “Siamo onorati e orgogliosi che l’idea di questo nuovo modo di fare vela sia stata accolta con così tanto entusiasmo. Alla fine del 2016 avremo più di 16 nazioni che avranno costituito la loro lega vela nazionale. Siamo felici della costituzione dell’ISLA perché è arrivato il momento di andare avanti e fare crescere questo nuovo format”.

“Questo nuovo format proposto dalle Leghe costituisce la più grande innovazione degli ultimi anni per lo sport della vela, per questo motivo era necessario costituire l’ISLA” ha affermato Peter Wolsing, Presidente della Lega Vela Danese.

Dopo un’attenta analisi e fatte le dovute considerazioni si è deciso che l’ISLA venisse registrata ad Amburgo secondo la normativa tedesca. Nel diventare membri dell’ISLA tutte le nazioni si impegnano a rispettarne la struttura e pertanto garantiscono di avere i requisiti per qualificarsi per la Sailing Champions League.

Konzeptwerft Holding Gmbh di Amburgo, il fondatore di questo format innovativo continua a detenere tutti i diritti della Sailing Champions League.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here