SHARE
L'Arya 415 Duvetica. Foto Carloni

Salonicco, Grecia – Si è concluso a Salonicco l’Europeo ORC 2016 dove, se non dovessero arrivare cambiamenti dopo le proteste, è stato domino italiano indiscusso  per le barche italiane che centrano ben tre titoli iridati: nel gruppo AB, con un successo che cancella la scia di critiche seguite all’Italiano Orc di Civitanova Marche, si impone su tutti l’Arya 415 mod Duvetica Grey Goose di Giampiero Vagliano, davanti al Grand Soleil 42R Musto di George Andreadis, terzo posto per un’altra italiana, il Grand Soleil 43 Blue Sky di Claudio Terrieri.

L'Arya 415 Duvetica. Foto Carloni
L’Arya 415 Duvetica. Foto Carloni

Nel gruppo C è super Scugnizza: l’NM38S di Vincenzo De Blasio torna a vincere e lo fa con cinque primi su nove prove e scartando un quarto.

L'NM 38S Scugnizza. Foto Carloni
L’NM 38S Scugnizza. Foto Carloni

Una performance che non è comunque bastata ad avere un finale tranquillo, dato che l’Arcona 340 estone Katariina II centra un incredibile primo a pari merito nella nona prova che gli impedisce di superare la barca italiana. Per solo mezzo punto quindi Scugnizza è iridata, davanti appunto all’Arcona 340 estone e all’Italia 998F Sugar, anche questa con bandiera estone.

Non è però finita qui per le barche italiane: il Dufour 34 Northern Light di Fabio Bignolini vince la classifica Corinthian del gruppo C, dopo un campionato disputato con grande costanza ed alti livelli anche nella classifica overall.

Il Dufour 34 Northern Light
Il Dufour 34 Northern Light

Una classe ORC che si rivela ancora una volta particolarmente favorevole alle barche italiane e conferma quanto il movimento sulla nostra penisola sia al momento avanti rispetto alla realtà degli altri paesi europei, anche per la presenza di designer, cantieri e professionisti di alto livello che stagione dopo stagione continuano a confermarsi al vertice.

http://orci.ncth.gr/index.php

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here