SHARE

Palermo – Spettacolare giornata di regate nel golfo di Palermo per la terza giornata del Campionato Italiano ORC: sole, brezza tra i 10 e i 12 nodi e tre prove portate a termine che, con le quattro delle prime due giornate, fanno salire a sette le regate completate. Da sottolineare l’ottimo lavoro in mare del CDR che sta mettendo in condizioni la flotta di regatare ad altissimo livello, piazzando il campo con estrema puntualità e seguendo ogni minimo salto di vento con attenti cambi di percorso.

La flotta in azione a Palermo, in primo piano il GS37 Sagola di Beppe Fornich
La flotta in azione a Palermo, in primo piano il GS37 Sagola di Beppe Fornich

Ancora la termica, questa volta nell’intensità tipica del golfo di Palermo: 10-12 nodi da est-nordest, accompagnata da una corrente abbastanza sostenuta da ovest verso est. Condizioni spettacolari con le 70 barche dell’Italiano ORC che si sono sfidate in acque piatta esaltando le capacità dei velisti. Ancora una volta partenze molto tirate, OCS frequenti, con il CDR costretto ancora a issare la bandiera nera, questa volta per il gruppo B. Il lato destro del campo infatti, ampiamente favorevole, è stato conteso già nel prestart con la flotta che si è data battaglia per il miglior posizionamento vicino alla barca comitato. Tattica quasi obbligata, ma che al tempo stesso ha dato vita a regate estremamente ravvicinate e combattute su ogni refolo.

GRUPPO A

Dopo la striscia di 7 regate, lo Swan 42 BeWild di Renzo Grottesi (CV Portocivitanova) con a bordo Sandro Montefusco si conferma in testa con 13 punti sul secondo, Sideracordis, X-41 di Pier Vettor Grimani, e 14 sul terzo, l’ottimo Blue Sky, Grand Soleil 43 di Bruno Terrieri (CV Ravennate).

GRUPPO B

E’ stato un assolo, con tre primi di manche, per il Grand Soleil 37B Sagola Biotrading di Beppe Fornich (YC Favignana), tattico Giuseppe Alagna, che è in testa davanti all’Italia 9,98 Lauria di Marco Balicco (YC Chiavari), a bordo Gabriele Bruni, secondo, e a Valhalla, GS 37 di Francesco Bruna.

LA LOTTA PER I 7 TITOLI ITALIANI

Classi 0-1-2 Regata (R) – Nell’ordine in classifica ci sono Bewild, Sideracordis e Blue Sky, che continuano a stazionare sul podio, con buon margine sugli inseguitori. Il titolo si decide tra loro.

Classe 0 Crociera (C) – Ars Una, Mylius 15E25 di Biscarini-Rocchi sorpassa Duende Aeronautica Militare, il Vismara 46 ora secondo. Terzo Milù, il Mylius 14E55 di Andrea Pietrolucci (CV Fiumicino).

Classe 1 C – Guida sempre l’X41 Le Coq Hardi di Maurizio Pavesi (CRV Italia), con un vantaggio esiguo su Canevel Spumanti, First 40 di Manuel Costantin (YC Adriaco), mentre terzo è ancora Giumat+2, IMX45 di Flavio Trusendi (YC Livorno).

Classe 2 C – Posizioni invariate rispetto a ieri: sempre primo Due R nel Vento, First 40 di Roberto Reccanello (Portodimare), secondo il GS40RC Alvarosky del Presidente UVAI Francesco Siculiana (CV Siciliano) e terzo il GS 39 Sagola di Fausto Pierobon (CV Faro Piave Vecchia).

Classi 3-4 R – La barca di casa Lauria continua a non avere rivali, ma Sugar, il nuovo Italia 9.98 di Ott Kikkas, guadagna punti e al momento occupa il secondo posto, seguito

da Jules et Jim di Brucato, un First 34.7 che può contare su Paolo Cian al timone.

Classe 3 C – Sagola Biotrading rafforza il primato e ipoteca il titolo, mentre dietro Valhalla, GS 37 B di Francesco Bruna (CN Marina di Carrara), guadagna la seconda posizione superando l’X-35 X-Real di Federico Servadio, ora terzo.

Classi 4-5 C – Carburex Globulo Rosso, l’Este 31 di Alessandro Burzi (YC Gaeta), continua a non avere rivali: al secondo posto l’altro Este 31 Loucura Zentrum Cassino di Federico Roncone (CN Caposele) e al terzo, sempre in rimonta, Joshua II, Ziggurat 995 di Salvatore Caradonna (CV Siciliano).

Domani, sabato 30 luglio, è il giorno conclusivo del Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura-Trofeo Diesse e si assegneranno i titoli tricolori, probabilmente con una regata finale. La premiazione è in programma intorno alle 15.

Classifiche complete sul sito ufficiale: www.campionatoitalianoaltura2016.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here