SHARE

Palermo – Si è concluso a Palermo il Campionato Italiano ORC Trofeo Diesse con una regata disputata nella giornata di chiusura, ancora in regime di termica, questa volta più debole e mai superiore ai 9 nodi.

Sono state ben 8 le regate portate a termine in quattro giorni, a conferma dell’ottima location scelta e del buon lavoro in acqua svolto con precisione dal CDR presieduto da Alfredo Ricci. Palermo, e i Circoli  Velici Riuniti, si confermano in un appuntamento di vertice e in futuro riteniamo ci siamo le condizioni, sia meteo che organizzative, per potere ospitare altre manifestazioni simili anche di respiro internazionale.

Nella giornata di chiusura non ci sono stati particolari sconvolgimenti in classifica, con la maggior parte delle posizioni di vertice blindate già prima dell’ultima regata.

Lo Swan 42 BeWild
Lo Swan 42 BeWild

Il primo overall del Gruppo A, premiato da Lombardini Marine Koler, è BeWild di Renzo Grottesi, mentre il primo overall del Gruppo B, premiato da Brosway, è Sagola Biotrading di Beppe Fornich.

Il Grand Soleil 37 Sagola
Il Grand Soleil 37 Sagola

Alla barca arrivata da più lontano, Sugar di Ott Kikkas, che arriva dall’Estonia, è andato il Trofeo Luxwing. A quella con l’equipaggio più giovane, Acchiappasogni di Giuseppe Pellizzotti (CV Siciliano), è andato il Trofeo Assonautica Green messo in palio da Assonautica Palermo.

E’ stata poi la volta del Trofeo Diesse, il naming sponsor del campionato, consegnato al primo della classe più numerosa (la terza classe): Sagola Biotrading di Beppe Fornich. Sono stati premiati anche gli yacht “senior” di data anteriore al 2001: Emile Gallè di Guido Battistoni, Cosixity 8 di Stefano Cossiri e Carburex Globulo Rosso di Alessandro Burzi.

Il Trofeo dei Tre Mari dell’UVAI è andato invece a Sideracordis di Pier Vettor Grimani per il Gruppo A e ancora a Sagola Biotrading per il Gruppo B, mentre il Trofeo Armatore-Timoniere a Selene Alifax (Gruppo A) e ancora Sagola Biotrading, autentico mattatore.

Classi 0-1-2 Regata (R) – Campione italiano Vela d’Altura 2016 è Bewild di Renzo Grottesi (CV Portocivitanova), al timone Sandro Montefusco.

Classe 0 Crociera (C) – Il Campione Italiano è Ars Una, Mylius 15E25 di Biscarini-Rocchi (Granlasco), con a bordo Roberto Spata.

Classe 1 C – Il titolo va all’X-41 Le Coq Hardi di Maurizio Pavesi (CRV Italia) timonato da Aurelio Dalla Vecchia.

Classe 2 C – Vittoria per Due R nel Vento, First 40 di Roberto Reccanello (Portodimare).

Classi 3-4 R – Campione Italiano è Lauria, l’Italia Yachts 9,98 di Marco Balicco (CCR Lauria) con a bordo anche Gabriele Bruni.

Classe 3 C – Sagola Biotrading di Beppe Fornich (YC Favgnana) si porta a casa anche il titolo Italiano.

Classi 4-5 C – Carburex Globulo Rosso, l’Este 31 di Alessandro Burzi (YC Gaeta) corona una stagione indimenticabile con il titolo tricolore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here