SHARE
Flavia Tartaglini si giocherà domenica le sue chance di Oro olimpico. Foto Sailing Energy

Rio de Janeiro, Brasile- Sarà una Medal Race riservata ai cuori forti quella che attende Flavia Tartaglini domenica 14 agosto sotto al Pan di Zucchero. Tenetevi forte e leggete questa classifica:

1.Elfutina RUS 55, 2.Tartaglini ITA 56, 3.Alabau ESP 58, 4.Chen CHN 60, 5.Picon FRA 60, 6.Davidovich ISR 60.

Colori da sfida all'ok corrall per la classe RS:X donne, foto Sailing Energy
Colori da sfida all’ok corrall per la classe RS:X donne, foto Sailing Energy

Dopo i tre primi di oggi con vento tra 7 e 14 nodi e onda formata della cinese Chen, “la più veloce in quelle condizioni” dice la Tartaglini, la classifica dgli RS:X donne ha subito un terremoto e in sei possono aspirare concretamente all’Oro e in almeno otto a una medaglia. Il che impedirà qualsiasi calcolo o marcamento. Si tratterà di regatare al meglio contro il vento (che sarà leggero e rafficato) senza ipotesi preventive. Dall’Oro al sesto posto per due posizioni in più o in meno (la Medal Race vale doppio). A Flavia Tartaglini, oggi caparbia autrice di un 10-5-6 che la mantiene in corsa, la volontà non manca, come spiega lei stessa in questo audio raccolto in Mixed Zone:

La Tartaglini racconta l’attesa…

Non sarà roba per deboli, come in fondo è giusto quando ci si gioca un Oro olimpico, certo è che neanche il più perfido dei registi avrebbe immaginato tanta suspance per i venti minuti che tra due giorni segneranno la carriera di sei ragazze.

Flavia Tartaglini si giocherà domenica le sue chance di Oro olimpico. Foto Sailing Energy
Flavia Tartaglini si giocherà domenica le sue chance di Oro olimpico. Foto Sailing Energy

Chi, invece, ha già l’Oro al collo è l’olandese Dorian van Rijsselberghe, che dopo una performance fantastica (7 primi su 12 prove) è già campione olimpico. Assegnato anche l’argento, che va all’inglese Nick Dempsey.

Dorian van Rijsselberghe ha già vinto l'Oro olimpico negli RS:X. Nick Dempsey l'argento. Foto Sailing Energy
Dorian van Rijsselberghe ha già vinto l’Oro olimpico negli RS:X. Nick Dempsey l’argento. Foto Sailing Energy

Nella Medal Race di domenica sarà in palio, quindi, solo il bronzo. E in quella linea di partenza ci sarà anche un bravissimo Mattia Camboni, il più giovane della flotta che oggi ha portato a termine la sua missione, quella appunto di entrare tra i primi dieci, con un brillante 5-3-1. E scusate se è poco, ottenere il massimo nelle tre prove decisive e vincere una prova all’Olimpiade alla prima partecipazione. “Era un mio sogno e l’ho realizzato”, racconta nell’audio che segue il ragazzo di vent’anni e con molta testa sulle spalle di Civitavecchia. Un talento che farà molto bene alla vela azzurra, con grande capacità mentali e tecniche. Complimenti a lui e al suo tecnico Riccardo Belli dell’Isca per un risultato di grande valore alla prima Olimpiade.

Mattia Camboni, autore di uan giornata super 5-3-1. Foto Sailing Energy
Mattia Camboni, autore di uan giornata super 5-3-1. Foto Sailing Energy

Camboni felice…

 

E bravissimo oggi è stato nei Laser anche Francesco Marrai che è tornato al suo livello, “Marrai è tornato”, ci scherza su il livornese… ottenendo una splendida vittoria nell’ottava prova, seguita all’altrettanto ottimo quinto di race 7. Marrai sale al nono posto nella generale e nelle due prove di domani dovrà difendere la posizione per disputare la Medal Race finale.

Robert Scheidt si avvicina alla leggenda mettendo insieme un 4-5, con il primo in rimonta dopo aver girato addirittura 32esimo la prima bolina, e si porta in seconda posizione a tre punti dal croato Tonci Stipanovic.

Robert Scheidt. Foto Sailing Energy
Robert Scheidt. Foto Sailing Energy

Chi ha finalmente iniziato la propria Olimpiade… “Non ne potevamo più dell’attesa”, dicono… sono Giulia Conti e Francesca Clapcich, che mettono insieme un 3-7 nelle due prove iniziali, un buon modo di iniziare visto che le colloca a un solo punto dalle leader, le canadesi Rafuse-Boyd (5-4). Martine Grael, l’attesa figlia di Torben, ottiene un 9-1 mentre la prima prova va all’equipaggio francese Steayert-Compan (1-9).

L’audio di Giulia Conti e Francesca Clapcich:

Giulia Conti e Francesca Clapcich nelle prime regate della loro Olimpiade. Foto Sailing Energy
Giulia Conti e Francesca Clapcich nelle prime regate della loro Olimpiade. Foto Sailing Energy

La flotta torna a terra quando la precoce notte tropicale è già scesa, per cui non c’è stato tempo di disputare la terza prova di giornata. Nei 49er i supermega favoriti Peter Burling e Blair Tuke mettono subito le cose in chiaro con un 1-1 che sa tanto di sentenza. I rivali Outteridge-Jensen fanno solo 13-8. Gli azzurri Ruggero Tita e Pietro Zucchetti esordiscono con un 7-20 che li colloca al 16esimo posto.

Peter Burling e Blair Tuke, subito in testa. Foto Sailing Energy
Peter Burling e Blair Tuke, subito in testa. Foto Sailing Energy

Nel 470 donne finalmente una buona prova per Elena Berta e Alice Sinno, ottave e ora 17esime in una classifica guidata oggi dalle inglesi Mills-Clarck. Nel 470 uomini i croati Fantela-Marenic precedono Belcher-Ryan di due punti.

Nei Laser Radial Silvia Zennaro fa 15-16 ed è adesso 22esima. In testa la danese Rindom.

Domani tornano in regata i Nacra 17 con Bissaro-Sicouri terzi in classifica e i Finn destinati alle prove forse decisive.

Quinta giornata Log:

RS:X F Race 10 Flavia Tartaglini conclude decima la prova vinta dalla cinese Chen. La francese Picon è squalificata per Ufd, menter la Alabau conclude sesta. In testa alla classifica si porta la 19enne russa Eluftina, che conclude terza la prova.

La classifica dovrebbe essere (da confermare): 1.Eluftina, 39; 2.Tartaglini, 45; 3.Picon, 47; 4.Alabau, 47. La tensione aumenta…

Laser Race 7 Buon quinto posto per Francesco Marrai nella prova vinta dal tedesco Buhl. Ora Marrai è 13esimo a 9 punti dalla zona Medal Race. Epico Robert Scheidt che dopo aver girato la prima bolina 32esimo riesce a concludere quarto salvando le sue chance di medaglia.

RS:X M race 10 Mattia Camboni, ottimo terzo negli RS:X uomini in race 10, vinta ancora dall’olandese van Rijsselberghe.

Laser Radial race 7 Vince a sopresa l’argentina Lucia Falasca. Silvia Zennaro è 16esima (23 nella generale). In classifica guida adesso la danese Random.

RS:X F race 11 Flavia Tartaglini conclude quinta la prova vinta ancora dalla cinese Chen. La Picon è terza menter la giovane russa Eluftina fa il suo scarto. Classifica da infarto con ora prima la Eluftina (48), la Tartaglini seconda a 50 e la Picon terza sempre a 50. La Alabau segue quarta a 55.

49er race 1 Subito vittoria per Peter Burling e Blair Tuke. Bene Tita-Zucchetti con un settimo in rimonta.

RS:X M race 11 Non si ferma van Rijsselberghe che vince anche questa prova e vola verso l’oro. Ancora ottimo Mattia Camboni, quinto e ora nono in classifica generale, in piena lotta per le Medal Race.

Laser race 8 Splendida vittoria per Francesco Marrai che risale al nono posto nella generale, in piena zona Medal Race. Un successo che il livornese ha cercato e ottenuto con caparbietà. Robert Scheidt è secondo in classifica a tre punti dal mito.

FX race 1 Giulia Conti e Francesca Clapcich girano quarte alla prima poppa.

RS:X F race 12 Si profila una Medal Race pazzesca per il windsurf femminile. La Tartaglini è capace di rimontare dall’11esimo al sesto finale nella prova vinta ancora dalla cinese Chen. Nella generale è ora seconda a un punto della russa Eluftina (55) e due punti davanti alla Alabau (58), con tre veliste (Picon, Chen e l’israeliana Davidovich) a 60 punti, il che significa che sei veliste avranno la possibilità di vincere l’Oro. Pazzesco.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here