SHARE

Cannes, Francia – Settembre è il mese in cui iniziano i saloni internazionali e per il Mediterraneo il primo in calendario è il Cannes Yachting Festival. Dopo avere raccolto un grandissimo successo con la nuova entry level, l’Hanse 315, il colosso tedesco ricomincia la stagione pensando in grande e arriva all’appuntamento di Cannes con due anteprime mondiali che non passeranno inosservate: i nuovi Hanse 588 e 675.

Il nuovo Hanse 688
Il nuovo Hanse 688

La firma è la solita, lo studio Judel / Vrolijk & co, che ha collaborato col cantiere su tantissimi modelli di successo. Dai primi disegni a disposizione si nota subito che il lavoro di miglioramento estetico proposto sul piccolo 315 viene rilanciato in grande anche su questi modelli. In particolare il disegno della tuga, che non è mai stato il pezzo forte della precedente produzione Hanse, risulta particolarmente aggraziato e con un gradino che sia nel 588 che nel 675 tende addirittura a sparire in luogo di una soluzione molto interessante: una sorta di mini pozzetto, o meglio zona prendisole, a prua dell’albero, circoscritto dai limiti esterni del disegno della tuga.

Il dettaglio della zona prendisole a prua
Il dettaglio della zona prendisole a prua

Non sono queste le uniche novità dei due nuovi modelli Hanse. A poppa infatti, in pozzetto per la precisione, le due barche potranno essere corredate di un rollbar/tendalino, una soluzione strutturale che garantisce totale copertura dal sole in pozzetto per utilizzi prettamente crocieristici.

Il nuovo Hanse 588
Il nuovo Hanse 588

Entrambi i modeli saranno dotati di doppio strallo di prua, uno per il classico fiocco autovirante dei modelli Hanse, l’altro per installare vele più potenti da vento leggero come i frulloni.

Gli interni del 675
Gli interni del 675

Per gli interni ampio spazio alla customizzazione scelta dall’armatore che potrà muoversi attraverso diverse soluzioni. Rispetto alla recente tendenza di alcuni cantieri di realizzare ampi open space interni, Hanse ha scelto la filosofia opposta: grande riservatezza soprattutto nella cabina armatoriale, con una scelta dei materiali volta a realizzare la massima insonorizzazione possibile degli ambienti al fine di isolare completamente gli ospiti dai vari rumori esterni o dal ronzio del motore della barca.

Il tender garage a poppa
Il tender garage a poppa

Dal punto di vista velico ampio spazio all’easy sailing per le manovre, tutte rigorosamente rinviate nella zona della doppia timoneria. Con focus sulle performance, non passano inosservate le altezze degli alberi: oltre 25 mt nel caso del 588, quasi 32 metri per il 675. Il dislocamento per altro non è certo tra i più light, quasi 20 tonnellate per il 588, 35 tonnellate per il 675.

https://www.hanseyachts.com/us

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here