SHARE
Skud 18 a Rio

Aggiornamento risultati prima giornata

Skud 18 Buon esordio di Marco Gualandris e Marta Zanetti che con un 2-4 sono terzi dietro ad australiani e canadesi.

2.4 Antonio Squizzato (10-6) è settimo. In testa la britannica Helena Lucas

Sonar 14esimo e ultimo posto per Raggi-Solazzo-Piras (14-13). In testa l’equipaggio aussie.

Rio de Janeiro- Le emozioni di Rio proseguono da oggi con la vela paralimpica, nell’ambito delle Paralimpiadi in corso nella città carioca. Da oggi, infatti, inizia il programma della vela con le classi 2.4, Skud 18 e Sonar. In totale sono 80 i velisti coinvolti, in rappresentanza di 23 Nazioni per quella che, al momento, sarà l’ultima presenza della vela alle Paralimpiadi. Come noto, infatti, la vela è stata tolta dal programma delle Paralimpiadi di Tokyo 2020, anche se si lavora per un suo recupero già dal 2024.

Skud 18 a Rio
Skud 18 a Rio

L’Italia, con una delegazione guidata dal Consigliere Federale Rodolfo Bergamaschi, dal Vice Presidente della FIV Francesco Ettorre e dal Direttore Tecnico Beppe Devoti, sarà presente in tutte e tre le classi, con Antonio Squizzato (SC Garda Salò) nel Singolo 2.4 mR, Marco Gualandris e Marta Zanetti (Fiamme Gialle) nel Doppio Skud 18 e Gianluca Raggi, Gian Bachisio Pira e Fabrizio Solazzo (LNI Anzio, CN La Caletta, CC Roggero Lauria) nel Triplo Sonar.

Si tratta di un gruppo di esperti velisti, a partire da Squizzato, alla terza partecipazione olimpica (Pechino 2008 e Londra 2012 con il Sonar) e ottavo all’ultimo Mondiale 2.4, e da Marco Gualandris e Marta Zanetti, quinti a Londra 2012 e vincitori di un argento e due bronzi iridati nello Skud, che visti i risultati dell’ultimo quadriennio non possono non fare un pensiero al podio. Esordio olimpico invece per Raggi, Pira e Solazzo.

Le regate olimpiche a Rio inizieranno lunedì prossimo, 12 settembre, con due prove in programma per tutte e tre le classi, e proseguiranno fino a venerdì 16, sempre con due prove al giorno, mentre sabato 17 sono in programma le prove finali che porteranno a 11 il totale delle regate disputate nell’arco di sei giorni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here