SHARE

Genova– Lo Yacht Club Italiano ospita il 25 settembre la riunione della Classe 9.50. Nata nel 2013 dal sodalizio tra Alessandro Bruno, Michel Bensoan, Francesco Conforto e Pietro Boerio, la classe 9.50 ha segnato negli anni successivi una buona ascesa sia come flotta sia come interesse. Purtroppo la tragica scomparsa di Alessandro Bruno ha lasciato un vuoto difficilmente colmabile, ma con l’impegno e la collaborazione di alcuni circoli italiani è riuscita ad emergere e porsi all’attenzione come via di mezzo tra i Mini 650 e i costosi Class 40.

Il 9.50 Tenace al varo. Foto Giuffrè
Il 9.50 Tenace al varo. Foto Giuffrè

La partecipazione di Pegasus (degli armatori Boerio e Conforto) a tutte le più importanti regate d’altura, ben 29 partecipazioni, ha dimostrato l’efficienza del mezzo percorrendo oltre 22.000 mn in tre anni e conquistando il podio ben 15 volte nonostante un rating a dir poco impegnativo.
Forti dei numeri raggiunti, la classe 9.50 ha ritenuto di concentrarsi, almeno per quest’anno, sul Mediterraneo Occidentale. Le regate di riferimento sono: Roma x2 , 151 miglia, Giraglia, Palermo/Montecarlo e sarà proposto di allegare il Challenge Alessandro Bruno alla Giraglia 2017.

Tra i velisti che hanno scelto questa classe si distinguono Michele Zambelli che, a bordo del Tenace, parteciperà alla prossima Ostar, poi ancora Jacques Valente  e Andrea Pendibene, atleta della M.M. e Maurizio Vettorato che illustrerà la sua nuova avventura Total Green Expedition, un’esperienza che unisce vela, bike e lo sci alpinismo. In questa impresa sarà accompagnato da Omar Oprandi, famoso alpinista e guida del soccorso alpino Trentino.
La reunion della Classe 950 sarà anche occasione per eleggere il nuovo direttivo con i relativi incarichi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here