SHARE

New York, USA- Ernesto Bertarelli entra nella storica Hall of Fame dell’America’s Cup e, a leggere bene quanto ha dichiarato alla Gazzetta dello Sport, pare avere ancora voglia di Coppa America dopo che l’edizione numero 35 a Bermuda 2017 avrà magari portato a un nuovo vincitore e a nuove frontiere nella velocità a vela, che il magnate svizzero ha dichiarato di considerare vitale per lo sviluppo della Coppa stessa. Il patròn di Alinghi e vincitore della Coppa America nel 2003 e nel 2007 è stato introdotto nella Hall of Fame ieri sera durante una serata di gala nel luogo più esclusivo dello yachting, la Sala dei Modelli del New York Yacht Club. Insieme a lui, il riconoscimento è andato, in modo postumo, anche a Lord Dunraven, protagonista della Coppa alla fine del XIX Secolo.

Qui la lista dei membri dell’America’s Cup Hall of Fame.

Hall of Fame induction for Ernesto Bertarelli Alinghi and Lord Dunraven. Foto Borlenghi
Hall of Fame induction for Ernesto Bertarelli Alinghi and Lord Dunraven. Foto Borlenghi

Alla serata erano presenti molti dei protagonisti che hanno fatto grande la storia di Alinghi, da Ed Baird a Jochen Schuemann, da Grant Simmer a Brad Butterworth.

Alla luce degli ultimi eventi dell’America’s Cup, la gestione di Bertarelli e Alinghi, con la splendida edizione di Valencia 2007, resta uno dei momenti più importanti nell’intera storia della Coppa.

Ernesto Bertarelli è stato inserito nell’esclusivo novero degli appartenenti all’America’s Cup Hall of Fame per “essere stato il primo a vincere il trofeo nell’Europa continentale, per aver organizzato la 32a America’s Cup a Valencia – una delle edizioni di maggior successo dal dopoguerra – e per aver avuto una visione dell’America’s Cup che ha chiaramente superato i confini.” Il Comitato di Selezione ha infine concluso che “grazie ai successi ottenuti anche in altri circuiti estremamente competitivi, Bertarelli ha dimostrato una profonda capacità nel costruire team di successo e una notevole determinazione nel vincere. Ha creato una nuova tradizione vincente nella vela in Svizzera e ha sia inspirato che investito nella nuova generazione di velisti svizzeri.”

Bertarelli con alcuni dei membri storici di Alinghi: Ed Baird, Brad Butterworth, Jochen Schuemann, Judel Vrolijk, Grant Simmer
Bertarelli con alcuni dei membri storici di Alinghi: Ed Baird, Brad Butterworth, Dirk Kramer, Judel Vrolijk, Jochen Schuemann, Grant Simmer. Foto Borlenghi

Subito dopo aver ricevuto il riconoscimento, Ernesto Bertarelli ha dichiarato: “come socio del New York Yacht Club è per me un grande onore ricevere qui il benvenuto ed essere inserito nella Hall of Fame. L’America’s Cup è il Santo Graal del nostro sport e il NYYC, più di qualsiasi altro club, è stato fondamentale nella sua storia. Pensare che, anche in piccola parte, ho contribuito alla storia del Trofeo è un onore speciale, che rende più umili, qualcosa che non avrei mai pensato sarebbe accaduta. Il percorso che mi ha portato qui non è stato un viaggio in solitario, ma è stato possibile e condiviso dalle centinaia di persone il cui talento, passione e impegno hanno dato vita al Team Alinghi. A tutti loro, io dico, ricordate sempre l’obiettivo che ci eravamo dati in quegli anni: “creare un team di cui andare orgogliosi. Ci siamo riusciti!”.

Bertarelli durante il suo "speech" durante la serata per l'ammissione alla Hall of Fame. Foto Procopio
Bertarelli durante il suo “speech” durante la serata per l’ammissione alla Hall of Fame. Foto Procopio

America’s Cup Hall of Fame Selection Committee
R. Steven Tsuchiya, Chairman (nella foto in alto con Ernesto Bertarelli), Stuart Alexander, B. Devereux Barker, III, Christine Belanger, Bruno Bich, John S. Burnham, William Collier, Bob Fisher, Richard Gladwell, Halsey C. Herreshoff, Gary Jobson, Wm. H. Dyer Jones, Bruce Kirby, Elizabeth E. Meyer, Peter J. Montgomery, Rob Mundle, Hamish Ross, John Rousmaniere, Bruno Troublé, John Lammerts van Bueren, Tom Whidden

www.alinghi.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here