SHARE
Francesco Ettorre con Alessandra Sensini, DT delle squadre giovanili, e Michele Marchesini, DT della squadra olimpica. Foto Taccola

Genova– Come già noto è Francesco Ettorre, abruzzese, classe 1970, è il nuovo Presidente della Federazione Italiana Vela per il quadriennio 2017-2020. Sono stati eletti in consiglio federale Domenico Foschini, Fabio Colella, Alessandro Mei, Adolfo Villani, Pietro Sanna, Donatello Mellina, Ignazio Florio Pipitone, Francesco Rebaudi, Ivan Branciamore e Luisa Franza.

Francesco Ettorre con Alessandra Sensini, DT delle squadre giovanili, e Michele Marchesini, DT della squadra olimpica. Foto Taccola
Francesco Ettorre con Alessandra Sensini, DT delle squadre giovanili, e Michele Marchesini, DT della squadra olimpica. Foto Taccola

La XLVII Assemblea Nazionale Elettiva della FIV si è riunita oggi a Genova, presso il Teatro della Corte in Piazza Borgo Pila, per il rinnovo delle cariche federali.

Nato a Giulianova (Teramo) nel 1970, sposato con un figlio e Dottore Commercialista
con Laurea in Economia e Commercio, Francesco Ettorre, che nel quadriennio 2009-
2012 aveva ricoperto il ruolo di Consigliere Federale e nel successivo di Vice-Presidente
e Consigliere Federale con Delega all’Amministrazione e ai Rapporti con il Territorio, era
il candidato unico per la Presidenza ed è stato eletto oggi dall’Assemblea Nazionale
Elettiva con un totale di 537 voti (35 le schede bianche) su 572 presenti con diritto di
voto, ovvero l’86 per cento della forza votante.

Decimo Presidente della Federazione fondata nel 1927, Ettorre succede a Carlo Croce, Presidente della FIV negli ultimi otto anni e attuale Presidente di World Sailing (anche lui soggetto a elezione al Meeting di Barcellona l’11 e 12 novembre prossimi con tre candidati (lo stesso Croce, il danese Kim Andersen e il canadese Paul Henderson.

Regatante per molti anni nell’ambito delle derive e delle classi olimpiche, istruttore di
vela, dirigente di circolo e in seguito dirigente federale periferico e centrale, Francesco
Ettorre ha maturato una lunga esperienza sul campo, che l’ha portato a raggiungere il
vertice della Federazione Italiana Vela, grazie a un impegno costante su tutto il territorio
a stretto contatto con la “base”.

“Grazie a tutti, in questo momento è difficile non emozionarmi, perché come potrete
capire è un momento molto importante, sia a livello personale che per la Federazione”,
sono le prime parole di Francesco Ettorre. “La presenza qui a Genova di così tante persone, è senza dubbio il miglior modo possibile per iniziare questo nuovo corso. Chiaramente il passato deve essere tenuto in considerazione, ma vogliamo dare una nuova impronta e lavoreremo al massimo per fare in modo che i nostri progetti diventino realtà. Ringrazio il CONI, qui rappresentato dal Segretario Generale Roberto Fabbricini, per la vicinanza alla FIV, e spero di essere in grado, a mia volta, di supportarlo e ricevere le stesse parole, fra quattro anni, che oggi sono state rivolte al mio predecessore, il Dottor Carlo Croce. Ringrazio voi che siete qui, in rappresentanza delle Società, dei Tecnici e degli Atleti, che mi avete fatto vivere questo sogno personale: posso assicurarvi che io ce la metterà tutta, mi prendo questa responsabilità con il Consiglio e con voi. Il mio obiettivo è essere il Presidente di tutti e condividere con la base il mio operato.

Ringrazio il Presidente Croce, è stato un onore per me passare otto anni bellissimi e
costruttivi, gli ultimi quattro da suo vice, insieme a tutti i Consiglieri uscenti. Ringrazio
anche Sergio Gaibisso, che ora purtroppo non c’è più, e che è stato il mio Presidente per
quattro anni, oltre a tutti i Presidenti di Zona, e mi fa piacere che molti di loro siano
diventati membri del prossimo Consiglio, perché vengono dal territorio e questo per me è
molto importante. Grazie, infine, anche al Segretario Generale Gianni Storti, pedina
fondamentale della FIV, al personale della Federazione, persone serie e competenti che
mi hanno sempre aiutato, e soprattutto, ultimi ma solo in ordine cronologico, un grazie di
cuore alla mia famiglia: senza una moglie e un figlio che mi hanno dato questa possibilità
e questo supporto, sicuramente non sarei qui”.

Eletti in Consiglio Federale Domenico Foschini (245 voti, Nord), Fabio Colella (245,
Sud), Alessandro Mei (237, Centro), Adolfo “Dodi” Villani (Nord, 233), Pietro Sanna (219,
Sud), Donatello Mellina (207, Centro) e Ignazio Florio Pipitone (187, Sud, primo dei non
eletti) in rappresentanza degli Affiliati, Francesco Rebaudi (14 voti) e Ivan Branciamore
(13 voti) in rappresentanza degli Atleti e Luisa Franza in rappresentanza dei Tecnici.
Francesco Innamorato è stato invece confermato come Presidente del Collegio dei
Revisori dei Conti.
Prima di passare alle votazioni elezioni, sono intervenuti il Presidente uscente della FIV
Carlo Croce e il Segretario Generale del CONI Roberto Fabbricini.
“Nel lasciare questo incarico che ho cercato di svolgere con passione, ci tengo a
ringraziare tutti i Consiglieri che ho avuto al mio fianco in questi 8 anni: è stato un lavoro
lungo e l’impegno non è mai mancato. Spero, anzi, ne sono convinto, che il nuovo
Consiglio avrà una visione da seguire e che questo percorso iniziato anni fa continui.
Non mi resta che augurare buon lavoro al nuovo Presidente Francesco Ettorre e ai
Consiglieri eletti”, ha dichiarato Croce.

“Ringrazio Carlo Croce, anche a nome del Presidente del CONI Malagò, per questi otto
anni, un periodo di grande collaborazione, serenità e piacere sportivo. Porto i saluti del
Presidente al mondo della vela e ringrazio il Consiglio uscente: quello vissuto è stato un
periodo davvero proficuo per lo sport italiano”, sono le parole di Fabbricini. “Portare tre
equipaggi tra i primi sei ai Giochi di Rio è comunque un risultato positivo, perché se si è
arrivati a quel punto vuol dire che si è lavorato bene. Il risultato finale in termini di
medaglie non è stato soddisfacente, certo, ma l’esperienza e la prestazione lo sono stati.
A tal proposito, posso già annunciare che nella prossima Giunta del CONI ci sarà un
riconoscimento tangibile per la FIV. Ringrazio infine anche il Segretario Generale, perché
è anche grazie al suo lavoro se la FIV è sana, un’isola felice in un contesto che non
sempre lo è. Ora Francesco Ettorre, a cui faccio gli auguri di buon lavoro, raccoglie il
testimone della Presidenza e sono certo che lavorerà nella continuità”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here