SHARE

Davvero riuscita l’ultima opera letteraria di Pietro Grossi, giovane scrittore fiorentino e velista d’esperienza. Ne Il Passaggio, edito da Feltrinelli, Grossi riesce a descrivere con efficacia, come raramente ci è capitato di leggere, il profondo legame che lega l’uomo al mare e alla barca a vela. Un romanzo di scontro prima, di confronto poi e di relazioni, senza ipocrisie. A vari livelli, con se stessi, con il proprio “babbo”, con la famiglia, con la barca, che alla fine diventa il luogo della sincerità e del recupero.

9788807032097_quarta-jpg-600x800_q100_upscale

Una storia all’apparenza semplice, una chiamata improvvisa dal babbo che ha bisogno d’aiuto per portare una barca dalla Groenlandia al Canada, che si sviluppa poi tra piccoli gesti, abituali per chi frequenta le barche, e profonde riflessioni proposte spesso con la tecnica del flashback. Il tutto mentre la barca lentamente procede tra gli iceberg, incontrando un’umanità autentica tra balene e piccole casette di legno nordico, così come il complesso rapporto tra babbo e figlio si ridefinisce fino a scoprire le vere ragioni di comportamenti e soggettività.

Ed è su quella barca che Grossi riesce, con maestria e leggerezza, a ridefinire l’essenza del bisogno dei rapporti umani. Così come sobria e completa, senza il minimo accenno di retorica o autocompiacimento, è la sua descrizione del rapporto di un uomo con la sua barca. Una delle migliori viste in letteratura. Scritta da chi ha navigato per molte miglia, in mare e a terra.

Un romanzo da leggere assolutamente, che consigliamo a chiunque ami il mare e che in quelle pagine troverà forse la risposta ai nostri bisogni di libertà. “Sì, è una buona barca babbo”.

Pietro Grossi, Il Passaggio, Feltrinelli

pietrogrossi-jpg-223x276_q100Pietro Grossi (Firenze, 1978) ha pubblicato con Sellerio la raccolta di racconti Pugni (2006, vincitrice di numerosi premi letterari, tra cui il premio Piero Chiara e il premio Campiello Europa 2010) e i romanzi L’acchito (2007) e Martini (2010). Incanto (Mondadori, 2011) ha vinto il Premio Nazionale Letterario Pisa per la Narrativa 2012. Nel 2015, ancora per Mondadori, è uscita la raccolta L’uomo nell’armadio e altri due racconti che non capisco. Feltrinelli ha pubblicato Il passaggio (2016).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here