SHARE

Anzio– In una giornata dal clima mite e mare quasi calmo si è svolta la terza giornata del 42° Campionato Invernale Anzio-Nettuno. Il vento stabile con un’intensità media di 10 nodi da 120° ha permesso al CdR presieduto da Mario de Grenet di posizionare un bel campo di regata.

In Altura una prova di 7,9 nm di lunghezza ha visto il duello a distanza tra l’XP 33 di Mario Bellotti “La Cage Aux Folles” (YCSavoia) con a bordo i napoletani Raimondo Cappa (tattica) e Giacomo Mele (tailer), e il First 40 CR “Calipso”(CV Roma) di Andrea Orestano con a bordo Massimo Morasca (tattica), Alessandro e Giorgio Scarpa (tailer), che ha visto prevalere il primo, seppure di misura, sia in IRC che in ORC. Al terzo posto in IRC “Loucura” (CV Roma) il Farr 31 di Fabrizio Gagliardi autore di una bella e combattuta regata con gli altri Half Tonner, in particolare con “Purchipetola” l’Ampex 30 di Domenico Rega (CVFiumicino) con alla tattica Pino Stillitano, che conquista il terzo posto overall in ORC.

In Classifica generale IRC dopo due prove “Purchipetola” è al comando, seguito da “Loucura” a pari punteggio e “Prydwen” altro Half Ton di Davide Castiglia al terzo posto. In ORC al primo posto ancora “Purchipetola” a pari punti con “Calipso”, al terzo posto “ La cage aux folles”.

La Superba. Foto Papernew.com
La Superba. Foto Papernew.com

Nella flotta, numerosa, di J24 continua il dominio assoluto della “Superba”, plurititolato J-24 della Marina Militare timonato da Ignazio Bonanno che ha ottenuto tre primi posti nelle tre regate disputate, al secondo posto “Pelle Nera” di Paolo Cecamore, con al timone Farkas Litkey, l’ungherese campione del mondo Soling ormai di casa nelle acque di Anzio, al terzo posto “Pelle Rossa” di Gianni Riccobono con alla tattica Sergio Strippoli. In evidenza anche l’equipaggio ungherese di “Juke Box”, novità di quest’anno, che ha ottenuto un
terzo ed un secondo posto.

Hanno iniziato bene i 13 Platù-25 disputando ben cinque prove, due nelle regate di sabato con mare mosso e vento da SE di 13 nodi e tre la domenica. Al comando il team di Marco Belcastro su “Cumadè Slotter” ( 4,1,1,3) che quest’anno sembra essere il team da battere, segue l’equipaggio di casa del Presidente della Classe
Edoardo Barni (7,2,2,1) su “Bonaventura”, al terzo posto Ferdinando Dandini de Sylva su “Di Nuovo Simpatia” (3,3,3,4), che precede di due punti gli abruzzesi di “Nannarella”, una delle novità di quest’anno. Da segnalare il secondo e primo posto di “Ghibly” della Marina Militare nelle due regate disputate il sabato, condotta da Ignazio Bonanno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here