SHARE

Milano– Lo Studio Legale La Scala e Garnell supportano con passione la vela olimpica italiana. Lo fanno sostenendo la campagna degli azzurri Francesco Marrai nei Laser e Giorgio Poggi nei Finn e, a livello di base, l’attività del Club Velico Castiglione della Pescaia, in Toscana. Giuseppe e Filippo La Scala sono degli autentici appassionati, velisti da sempre e regatanti nei Dragoni e nei Dinghy, e, con il supporto della sorella Maria Pia per la comunicazione, stanno rilanciando in stile per un nuovo quadriennio olimpico in accordo ai programmi del settore tecnico della Federazione Italiana Vela.

1_zc_v1_170678000000783031

Garnell e La Scala Studio Legale hanno anche curato la pubblicazione di un bel volume, “ITALIA 1936. Ricordando la prima medaglia olimpica della vela italiana” scritto da Paolo Rastrelli, in cui si rievoca la prima medaglia d’oro della vela azzurra, quella appunto conquistata dall’8 Metri S.I. Italia con Giovanni Leone Reggio come timoniere a Kiel 1936, sede nautica delle Olimpiadi di Berlino.

Il volume sarà presentato mercoledì 30 novembre alle ore 18.30, presso l’Auditorium Piero Calamandrei (via Correggio 43, Milano), da La Scala Studio Legale e Garnell. In occasione dell’ottantesimo anniversario del primo oro olimpico azzurro, Paolo Rastrelli ha rievocato con completezza, passione e inedite immagini d’epoca, quello storico evento.

Interverranno alla serata, oltre all’autore Paolo Rastrelli, i velisti della squadra italiana alle Olimpiadi di Rio 2016: Elena Berta (470 F), Vittorio Bissaro (Nacra 17), Mattia Camboni (RS:X), Francesca Clapcich (FX), Giulia Conti (FX), Francesco Marrai (Laser), Giorgio Poggi (Finn), Alice Sinno (470 F), Ruggero Tita e Pietro Zucchetti (49er). Modera la serata il giornalista Fabio Colivicchi.

La pubblicazione di questo elegante volume è stata resa possibile dal sostegno di Garnell – gruppo milanese attivo nel private equity, nella finanza d’impresa e nella consulenza a grandi investitori, promotore, dal 2012, del Garnell Sailing Team – e di La Scala Studio Legale.

Filippo La Scala, AD di Garnell, ha dichiarato: “Sono lo spirito di squadra, e la coesione del team gli ingredienti sempre necessari – nella vela, così come anche in tutti gli altri sport, anche quando considerati “individuali” – al raggiungimento degli obiettivi sportivi più alti, quali la vittoria ai Giochi Olimpici. E’ di vitale importante che si rafforzi e si diffonda a tutti i livelli, una cultura dello sport che ne esalti la coesione di tutte le sue componenti – professionistiche e amatoriali; federali, locali e private; atletiche, tecniche e manageriali – indispensabili movimento velico nazionale. Solo così avremo concrete possibilità e non solo la speranza, di ripetere la meravigliosa storia che, ottanta anni fa, nel 1936, scrisse Italia”.

Durante la serata verrà consegnato ai velisti della squadra olimpica di Rio 2016 il “Premio Italia 1936″.

L’8 metri S.I. Italia (I-20) è tutt’ora navigante a Napoli ed è ormeggiata al Molosiglio nella base nautica della Lega Navale. Su iniziativa del “Centro Studi Tradizioni Nautiche” è stata riconosciuta dal Ministero dei Beni Culturali “bene storico” ed è posta sotto tutela a norma del D.L. 29 ottobre 1999, n. 490.

I partecipanti alla presentazione verranno omaggiati di una copia del libro a cura di Paolo Rastrelli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here