SHARE

Buona Speranza, Sud Africa- I giorni dello Sciacallo, li stavamo aspettando, sono arrivati. Armel Le Cleac’h era appostato, in agguato, sulla scia di Alex Thomson, conscio di potere sferrare un attacco all’occasione giusta.

Armel Le Cleac'h a bordo di Banque Populaire
Armel Le Cleac’h a bordo di Banque Populaire

E l’opportunità è arrivata con una depressione il cui centro senza vento è piazzato esattamente sulla rotta dei solitari. Impossibile contornarla da sud dato il limite dei ghiacchi. Alex Thomson ha così rallentato mentre Le Cleac’h da dietro ha sfruttato al meglio il bordeggio in una situazione in cui inseguire è più facile che guidare.

Banque Populaire al primo rilevamento di sabato 26 novembre in classifica è tornata in testa, di appena 8 miglia, ma è un riferimento che può subire variazioni anche significative in favore di uno o dell’altro skipper data la situazione meteo molto variabile. E infatti al rilevamento delle 12 UTC, Hugo Boss ha nivigato meglio dopo aver di nuovo strambato e aveva un vantaggio di 16,7 miglia sul rivale e con una miglior Vmg.

Alex Thompson parla dal Southern Ovccean poco prima dell’attuale fase con poco vento:

La depressione si muove molto lentamente e gli skipper saranno costretti ad amoreggiare nel suo centro senza vento ancora per un certo tempo, 24 h sembrano certe. Potrebbe essere il momento buono per Alex Thomson per intervenire sul foil danneggiato dato che sembrerebbe proprio che il britannico interverrà sull’appendice per cercare di sostituire la parte rovinata dalla collisione.

La posizione dei due skipper di testa con la previsione meteo fino alle 18 odierne
La posizione dei due skipper di testa alle 9 UTC del 26/11 con la previsione meteo fino alle 18 odierne

Saranno 24h di grande incertezza, Thomson ha splittato strambando verso nord, Le Cleac’h continua su una rotta più diretta: nelle prossime ore sembra realistico che entrambi si troveranno a navigare su angoli prossimi alla bolina.

Alle loro spalle Sebastien Josse è al momento staccato di oltre 300 miglia dopo e perso il treno buono a causa della collisione con un oggetto che l’ha impegnato in una riparazione al timone prima di Buona Speranza. In una situazione di così grande incertezza, se dovesse partire una depressione alle sue spalle, anche lo skipper di Edmond de Rothschild tornerebbe in lotta con il duo di testa.

L’Oceano indiano promette grande spattacolo e incertezza per la testa del Vendée Globe.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here