SHARE

Cape Leeuwin, Australia- Armel Le Cleac’h a tempo di record, Banque Populaire doppia in 28 giorni, 20 ore e 12 minuti Cape Leeuwin e tiene la testa del Vendée Globe con un vantaggio di 103 miglia alle 18CET su Alex Thomson e Hugo Boss, apparso un po’ rallentato nelle ultime 48 ore.

Armel Le Cleac'h a bordo di Banque Populaire
Armel Le Cleac’h a bordo di Banque Populaire

Il tempo di Le Cleac’h è inferiore di 5 giorni e 14 ore rispetto a quello di Gabart del 2012, una performance monstre che conferma il valore del francese e le potenzialità dei nuovi IMOCA.

“Sono molto contento, è una buona notizia questo tempo, dimostra che stiamo andando veloci. Nelle ultime 24 ore ho guadagnato non male su Thomson, ci troviamo tra due depressioni e quella che sta arrvando promette di essere dura. La settimana promette di essere agitata, si andrà di depressione in depressione”, ha dichiarato lo skipper.

La testa della flotta è interessata in questo momento da una profonda depressione: ne ha fatto le spese Sebastien Josse che scendendo da un’onda ha seriamente danneggiato un foil e rischia di riportare danni alla struttura della barca. Edmond e Rothschild naviga così a velocità ridotta dentro la depressione, con un vento che soffia ben oltre i 40 nodi da ovest. Condizioni leggermente più leggere per i due leader, impegnati a negoziare condizioni comunque molto impegnative, soprattutto Alex THomson che naviga più a nord in una zona di vento più intenso rispetto a quella di Le Cleac’h.

Un Thomson apparso stranamente lento mure a destra nelle ultime 24 ore dove avrebbe avuto l’occasione con il foil integro di avvicinare il suo avversario diretto per la leadership.

Problemi anche per Roman Attanasio che ha urtato un oggetto non identificato, l’ennesimo di questa regata, e fa rotta verso Capo di Buona Speranza.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here