SHARE

Anzio- Ancora una bella giornata di sole con vento da SE di 8-10 nodi di intensità e mare calmo all’Invernale di Anzio-Nettuno. Nel campo di regata, perfettamente posizionato dal CdR presieduto da Mario de Grenet con boa di bolina per
110°, si sono svolte una prova di 7,4 nm per l’Altura e due prove per la flotta J-24.

 

In Altura si rinnova il duello tra “La Cage Aux Folles” l’XP33 di Mario Bellotti(YC Savoia) con alla tattica i napoletani Raimondo Cappa e Giacomo Mele tailer, e “Calipso” il nuovo First 40 CR di Andrea Orestano (CV Roma) con Massimo Morasca alla tattica e Alessandro Scarpa alla randa. Le due barche hanno dato luogo ad una sfida appassionante che si è giocata sul filo dei secondi e che ha visto prevalere sia in IRC che in ORC “La Cage Aux Folles”. Al terzo posto in IRC un convincente “Orion”il First 40.7 della VelealVento asd con alla tattica Guido Boscherini. Alle spalle più staccati il gruppo degli Half Tonner dove ancora una volta si è svolto un altro duello tra “Loucura” il First 31 di Fabrizio Gagliardi (CVRoma) e” Purchipetola” l’Ampex 30 di Domenico Rega (CVFiumicino) con alla tattica Pino Stillitano, vinto da quest’ultimo ottenendo anche un terzo posto in ORC overall.

Dopo tre prove la classifica generale vede sia in ORC che in IRC “Calipso” al comando, al secondo e terzo posto a pari punteggio “La Cage Aux Folles” e “Purchipetola”.

Nella flotta J24 doppietta di vittorie di giornata per la new entry, l’equipaggio ungherese di Hun 1622 ”Juke Boxe” capitanato da Miklòs Rauschenberger, spezzando la serie di vittorie di ITA 416 “La Superba”, si è imposto in entrambe le regate
Da evidenziare anche il secondo posto nella seconda prova di domenica di Ita 458 “ Enjoy 2” di Luca Silvestri (LNI Anzio) che ha concluso dietro “Juke Box” ma ha anticipato “La Superba”.

Il J24 del Centro Velico di Napoli della Marina Militare timonato da Ignazio Bonanno (in equipaggio con Simone Scontrino, Alfredo Branciforte, Francesco Picaro e Vincenzo Vano) si conferma ugualmente al comando della classifica provvisoria (stilata dopo le prime 7 regate e uno scarto) con 8 punti (2,1,1,1,1,2,3 i parziali) seguito in seconda posizione da Ita 447 “Pelle Nera” (Nettuno YC) armato da Paolo Cecamore e timonato dal campione del mondo 2014 e 2015 della classe Soling, l’ungherese Farkas Litkey (18 punti; 1,4,3,4,3,3,9).
Mantengono saldamente le proprie posizioni anche Ita 428 “Pelle Rossa” di Gianni Riccobono con alla tattica Sergio Strippoli (Nettuno YC, 35 punti; 10,5,2,2,dsq,4,12), Ita 333 “Daiquiri” di Fabrizio Sabatini (Nettuno YC,
38 punti; 4,2,13,7,4,8,13) e Ita 487 “American Passage” armato e timonato dal Capo Flotta di Roma Paolo Rinaldi (39 punti; 6,3,7,11,5,11,7), rispettivamente terzo, quarto e quinto classificato.

Il 42° Campionato Invernale di Anzo-Nettuno è organizzato dal Circolo della Vela di Roma, dal Reale Circolo Canottieri Tevere Remo, dalla Lega Navale Italiana sez. di Anzio,,dal Nettuno Yacht Club con la collaborazione,della Half Ton Class Italia, della Marina di Capo D’Anzio e del Marina di Nettuno.

cvroma.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here