SHARE
Elvstrom in Finn a settant'anni

Hellerup, Danimarca- Paul Elvstrøm, considerato da molti il miglior velista di tutti i tempi, è morto ieri circondato dai suoi cari nella sua casa di Hellerup, presso Copenaghen in Danimarca. Era nato a Copenaghen il 25 febbraio 1928. Aveva 88 anni. Elvstrøm aveva vinto 4 ori consecutivi, Firefly 1948 e Finn 1952, 1956 e 1960, oltre a 13 campionati del mondo (tra 505, Finn, Snipe, Soling, Star, FD, 5.5 e HalfTon).

Elvstrom in Finn a settant'anni
Elvstrom in Finn a settant’anni

I suoi quattro ori consecutivi dal 1948 al 1960 sono stati a lungo un record della vela fino a che Sir Ben Ainslie, nel 2012, vinse il suo quarto dei suoi ori (dal 2000 al 2012) seguiti all’argento del 1996. Elvstrøm è anche l’unico velista della storia ad aver vinto mondiali di classi olimpiche in cinque classi diverse. Proprio Ben Ainslie è stato uno dei primi a ricordarlo con questo tweet: “Triste nel sentire che il leggendario Paul Elvstrøm se n’è andato. E’ stato un’ispirazione praticamente per tutti quelli che hanno messo piede su una barca a vela”.

schermata-12-2457731-alle-16-16-01

Elvstrøm aveva anche rivoluzionato lo sport della vela, con tecniche di allenamento innovative, invenzioni come gli svuotatoti automatici e posizioni in cinghia mai viste prima. Elvstrøm godeva di un carisma eccezionale e aveva regatato fino a ben oltre i sessant’anni sui Tornado con sua figlie Trine. Aveva anche fondato cantieri e l’omonina veleria. Autore di libri di successo che nel tempo sono diventati dei veri e propri cult per generazioni di velisti. Particolarmente celebri quelli di commento al regolamento di regata e alle tecniche di allenamento.

I suoi modi gentili e la sua estrema classe lo avevano reso negli anni un’autentica icona della vela mondiale. Tra le sue frasi celebri questa: “Non hai vinto una regata se nel vincerla hai perso il rispetto dei tuoi avversari”.

Non c’è velista delle generazioni tra gli Anni Cinquanta e gli Ottanta che non l’abbia avuto come mito vivente ed esempio da seguire. Sempre disponibile, Fare Vela lo ricorda per i modi cortesi che ebbe in occasione di un’intervista concessaci a fine Anni Novanta. Quando aveva già settant’anni decise di tornare a navigare in Finn e ordinò due barche a Devoti Sailing. Ci navigava per diletto davanti alla sua Hellerup. Inventò un sistema per alarli dal pontile davanti casa e probabilmente è ancora lì, a tirar bordi nell’øresund.

Paul in Finn a Napoli 1960
Paul in Finn a Napoli 1960

In totale Paul aveva preso parte a otto edizioni dei Giochi Olimpici, oltre alle quattro dal 1948 al 1960 dove vince l’oro, prese parte ai Giochi del 1968 (quarto) in Star e a quelli del 1972 in Soling (13esimo). Nel 1984 (quarto) e 1988 (15esimo), a 60 anni, regatò in Tornado con la figlia Trine. Nel 1964 fu riserva per la squadra danese.

Nella nostra versione in inglese i contributi di Luca Devoti e Paul Henderson sulla figura di Paul Elvstroem.

Come molti altri grandi velisti della sua generazione, Elvstroem è stato anche un imprenditore di successo
Come molti altri grandi velisti della sua generazione, Elvstroem è stato anche un imprenditore di successo
Elvstrom in Finn all'epoca del suo primo oro nel 1952
Elvstrom in Finn all’epoca del suo primo oro nel 1952

Elvstrom in Tornado con la figlia Trine
Elvstrom in Tornado con la figlia Trine
Elvstrom all'epoca del suo primo oro in Firefly, a 20 anni
Elvstrom all’epoca del suo primo oro in Firefly, a 20 anni

566px-paul_elvstrom_1948

Medaglie Olimpiche (Oro)

1948 Torquay, Firefly
1952 Helsinki, Finn
1956 Melbourne, Finn
1960 Napoli, Finn

Titoli Mondiali

1957 505
1958 505
1958 Finn*
1959 Finn*
1959 Snipe
1962 Flying Dutchman*
1966 International 5.5 Metre Class*
1966 Star*
1967 Star*
1969 Soling*
1971 Half Ton
1974 Soling*
1981 Half Ton

*Classi olimpiche all’epoca della vittoria

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here