SHARE

Muscat, Oman- Renato Azara con il Team di Adelasia di Torres sarà il primo team italiano a prendere parte alla EFG Sailing Arabia The Tour, una delle classiche emergenti del calendario internazionale. La regata organizzata da Oman Sail è affascinante per il suo percorso che si snoda lungo una rotta di 745 miglia attraverso quattro paesi del Medio Oriente, in 16 giorni di regate  di altura e inshore. Si regata con monotipi Mumm 30.

satt-flottaLa vittoria di classe della Rolex Middle Sea Race 2016 e il terzo posto in ORC overall, dopo la vittoria del Trofeo Formenton in classe race, hanno stimolato Azara e il suo equipaggio a spingersi oltre Mediterraneo per una nuova molto impegnativa avventura. Il Team di Adelasia di Torres coordinato Duccio Colombi – di Phi!Number e dal timoniere Caterina Nitto si sta preparando per essere sulla linea di partenza dei Mumm 30 per la EFG Sailing Arabia The Tour 2017 a Muscat in Oman.

La data di inizio è fissata per il 13 febbraio per la prima regata inshore a Muscat, quindi la flotta partirà il 14 alla volta di Sohar (105 miglia) nel nord dell’Oman e da qui il 16 per Khasab (140 miglia) sempre in Oman. Il 19 febbraio la flotta  affronterà la terza lunga sul percorso da Khasab ad Abu Dhabi (153 miglia), il 22 sarà dato il via con destinazione Doha, in Qatar (160 miglia) e il 26 verrà data la partenza per l’ultima regata che riporterà gli sfidanti a Dubai (205 miglia) dove saranno attesi per i festeggiamenti della premiazione.

satt-17-course
“Come si evince dal programma la regata è impegnativa per le imbarcazioni piccole ed estremamente tecniche, per le lunghe tappe, per l’insolita durata e per gli avversari: team internazionali molto forti” commenta Renato Azara. “ Appena avuta la notizia di questa regata ne sono rimasto stregato perché per lavoro ho buona conoscenza del Medio Oriente, dove ho molti amici, ma questa regata ci consentirà di ammirare le bellezze naturalistiche da un altro punto di vista”, chiosa l’armatore, “Il mio sogno è quello di promuovere il made in Italy in quell’area e le tappe tra una regata lunga e l’altra possono essere un’ottima occasione, così come rappresentare la Sardegna, isola che amo profondamente e che ha forti legami con quelle aree”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here