SHARE

Fremantle, Australia- Si complica purtroppo il giro del mondo di Gaetano Mura con il Class 40 Italia. Italia avrebbe infatti bisogno dell’intervento di specialisti in grado di ripristinare la funzionalità di alcuni sistemi elettronici, primo fra tutti il sistema di comunicazione satellitare, ragion per cui Gaetano Mura sta in questo momento dirigendo verso Fremantle, Western Australia. Uno scalo e l’assistenza esterna porrebbero evidentemente la parola fine al tentativo di giro del mondo senza scalo e senza assistenza. Mura, però, avrebbe comunque l’intenzione di proseguire il suo giro del mondo, anche se in modalità non più competitiva.

La posizione di Gaetano Mura al 28 dicembre
La posizione di Gaetano Mura al 28 dicembre

L’avaria, riscontrata da alcuni giorni, non consente a Gaetano Mura di ricevere le carte meteo: un limite grave nell’ottica del record, perché rende impossibile ottimizzare le scelte di rotta in base alle previsioni, e per ragioni di sicurezza, per posizionarsi al meglio rispetto al movimento delle forti depressioni che caratterizzano quelle latitudini. A ciò si è aggiunta anche una avaria al pilota automatico, strumento indispensabile per una navigazione in solitario.

Per Gaetano Mura toccare terra e avvalersi dell’intervento di tecnici esterni significherebbe appunto perdere l’opportunità di correre per il record del giro del mondo senza assistenza e senza scalo su un Class 40, così come definito in base ai regolamenti del WSSRC (World Sailing Speed Record Committee).

Gaetano Mura a bordo di Italia l'11 dicembre scorso
Gaetano Mura a bordo di Italia l’11 dicembre scorso

Italia è in mare da 61 giorni, una navigazione in completa solitudine, con micro-sonni di non più di venti minuti ogni paio d’ore, in condizioni climatiche estreme e sottoposto a continue sollecitazioni psicofisiche.
Nei prossimi giorni seguiranno aggiornamenti e sviluppi sull’avvicinamento a Fremantle, dove è previsto l’arrivo di Italia nella mattinata del 31 dicembre ora locale. E’ qui, in una delle “capitali” della vela mondiale, che ha visto due sfide italiane cimentarsi nella Coppa America nell’87 (Azzurra e un consorzio chiamato proprio Italia), che si sta attivando l’accoglienza e l’assistenza del navigatore italiano.

www.gaetanomurarecord.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here