SHARE
Foto Capobianco

News powered by:

banner_farevela_468x60_2

Anzio– Sabato 14 gennaio si è svolta la giornata di recupero per la flotta Altura del Campionato Invernale di Anzaio-Nettuno. In una fredda giornata invernale con onda residua della burrasca da ovest del giorno precedente e vento da NNW di intensità media di 10 nodi che è andato via via calando. Decisamente rafficato il campo di regata, con rotazioni a destra costanti e una corrente rilevante da SE che ha creato non poche difficoltà in partenza.

Foto Capobianco
Foto Capobianco

L’XP 33 “La Cage Aux Folles” di Mario Bellotti (YCC Savoia), molto ben portato da
Raimondo Cappa ha vinto nettamente, al secondo posto il veloce “Purchipetola”
l’Half Ton di Domenico Rega (CV Fiumicino) con alla tattica Pino Stillitano, al terzo
posto” Loucura” altro Half Ton di Fabrizio Gagliardi (CV Roma).

Sia nella classifica generale IRC che in quella ORC “La Cage Aux Folles” è al primo posto, seguita da ”Purchipetola” e da “Calipso”, il First 40 di Andrea Orestano (CV Roma).
La flotta Platù 25 ha disputato nella stessa giornata due prove, “Di Nuovo Simpatia”
di Ferdinando Dandini de Sylva (RCCTR) con un primo e un secondo di giornata si è
portato al comando, al secondo posto “Cumadè Slotter” di Marco Belcastro (RCCTR),
segue “Bonaventura “ con Edoardo Barni (RCCTR) al timone.

Sabato pomeriggio al termine delle regate, si è svolto al Circolo della Vela di Roma il
primo di tre incontri sul Regolamento di Regata, molto ben condotto dal Giudice
Nazionale Claudio Alati.

Nella giornata di domenica una forte burrasca da ESE ha costretto il CdR ad annullare tutte le prove in programma, nulla di fatto quindi per la flotta J24.
Tutti in acqua il 29 gennaio per la settima giornata.

Il 42° Campionato Invernale di Anzio-Nettuno è organizzato dal Circolo della Vela di
Roma, dal Reale Circolo Canottieri Tevere Remo, dalla Lega Navale Italiana sez. di
Anzio, dal Nettuno Yacht Club con la collaborazione della Half Ton Class Italia, del
Marina di Capo d’Anzio e della Marina di Nettuno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here