SHARE

Powered by: banner_farevela_468x60_2

Punta Ala- Presentata la lunga stagione 2017 dei Maxi, di cui entra ufficialmente a far parte anche la 151 Miglia Trofeo Cetilar. Le serie di eventi in Mediterraneo prenderà ufficialmente il via ai primi di maggio con il Sail Racing PalmaVela a Palma di Maiorca e proseguirà senza interruzione fino a settembre, con la Maxi Yacht Rolex Cup & Rolex Maxi72 Worlds di Porto Cervo. Le regate coinvolgeranno tutte le classi che sono attualmente sotto l’ombrello dell’IMA. Per tutti i maxi, Wally, Maxi 72, J Class – la novità dell’anno è il loro primo Mondiale, a Newport ad agosto – sarà un anno denso di appuntamenti.

THE MAXI RACING CRUISING FLEET AT THE START
THE MAXI RACING CRUISING FLEET AT THE START

La International Maxi Association riunisce oltre 60 armatori di maxi yacht di tutto il mondo. La stagione 2017 è praticamente già iniziata nei mari caraibici, dove proprio in questi giorni si sta disputando la RORC Caribbean 600, con Rambler 88 di George David che conquista i Line Honours 2 giorni fa (il 22 febbraio) senza però riuscire a infrangere il record  da lui stesso stabilito nel 2011 su Rambler 100, e con il testa a testa, appassionante, di due dei più agguerriti Maxi 72, Proteus e Bella Mente. Proprio ieri 23 febbraio Bella Mente ha infine tagliato il traguardo ad Antigua con soli 14 minuti di vantaggio su Proteus.

Ma sarà con i primi di maggio che la stagione mediterranea entrerà nel vivo, con la prima edizione del PalmaVela firmata Sail Racing (3-7 maggio, www.palmavela.com). Una festa della vela, l’appuntamento di Palma, alla quale non manca mai una nutrita flotta di Wally, tra i quali il presidente IMA Thomas Bscher sul Wally 107 Open Season. PalmaVela sarà il primo evento in Mediterraneo anche per la flotta dei Maxi 72, con il debutto della nuova barca Cannonball dell’armatore Dario Ferrari, il primo Maxi 72 firmato Botin Partners, che schiererà a bordo molti degli uomini già del team Robertissima. Per il Commodoro del Real Club Nautico di Palma, Joan Besalduch, “a 15 anni dalla sua nascita il PalmaVela si conferma in tutta la sua attrattiva. Aspettiamo 12 Wally e 4-5 Maxi 72, insieme chiaramente alle altre divisioni che lo scorso anno hanno fatto registrare ben 115 imbarcazioni iscritte da 17 Paesi. L’atmosfera informale che da sempre caratterizza l’evento e il meteo generalmente felice, hanno senz’altro contribuito al successo della manifestazione, e la sinergia con il team IMA è di piena collaborazione. Due mesi dopo sarà la volta della Copa del Rey MAPFRE, edizione numero 36 (dal 29 luglio al 5 agosto, www.regatacopadelrey.com): anche qui i maxi sono di casa”.

Una new entry nel calendario IMA è la 151 Miglia-Trofeo Cetilar (1-3 giugno, www.151miglia.it), una regata relativamente giovane ma giuà classica e che negli ultimi anni ha attratto un numero sempre crescente di Maxi. Partenza da Livorno per arrivare a Punta Ala dopo una navigazione che sfiorerà la Giraglia e le isole dell’arcipelago toscano. Organizzata da Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa, Yacht Club Punta Ala e Yacht Club Livorno. E’ stata inoltre inserita nel circuito del Mediterranean Maxi Offshore Challenge (vedi sotto il paragrafo dedicato). Per Roberto Lacorte, uno degli organizzatori dell’evento, armatore di SuperNikka e vice presidente IMA per i mini maxi racer, “l’inserimento della 151 Miglia-Trofeo Cetilar tra le quattro regate offshore dell’IMA Mediterranean Maxi Offshore Challenge è un grande motivo di orgoglio, per tutto lo staff, per i club e per il comitato organizzatore. Un ringraziamento speciale va a tutti gli armatori che hanno scelto la 151 Miglia nel corso di queste sette edizioni”.

Negli stessi giorni (30 maggio – 3 giugno) Wally e supermaxi si incontreranno invece a Porto Cervo per la Loro Piana Superyacht Regatta (www.loropianasuperyachtregatta.com), organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda.

Immancabile poi la grande classica di giugno, la Giraglia Rolex Cup (periodo complessivo di regata dal 9 al 17 giugno, www.yci.it), organizzata dallo Yacht Club Italiano sulla rotta St.Tropez – Giraglia – Genova. Ci si attende l’abituale massiccia partecipazione di maxi, con Magic Carped Cubed di Sir Lindsay Owen Jones – line honours nel 2016 e overall winner nel 2015.

Tornando ai Maxi 72,  testeranno a luglio (dal 3 all’8) la nuova location di Corfù, “una prima volta in Grecia”, sottolinea il class manager Rob Weiland, conquistato dalla bellezza della location e dalla logistica offerta dalla Marina Gouvia (Corfù Maxi Challenge; il calendario completo dei Maxi 72 è su www.maxi72.com).

La novità dell’anno è senz’altro il Mondiale dei J Class, che si terrà a Newport dal 21 al 26 agosto, organizzato da New York Yacht Club e IMA insieme alla J Class Association. La pianificazione del Mondiale, il primo della loro storia, fa seguito alla recentissima affiliazione dei J Class alla International Maxi Association. Sulla linea di partenza sono attesi almeno 6 J Class: Velsheda, Ranger, Lionheart, Svea, Hanuman e Topaz.

Settembre è tempo di regate a Porto Cervo, con la Maxi Yacht Rolex Cup che comprende il Rolex Maxi 72 World Championship. Grazie alla trentennale sinergia con lo Yacht Club Costa Smeralda e con  il  title sponsor Rolex, che ha accompagnato la storia della classe dei Maxi fin dalla sua nascita, l’evento dovrebbe bissare il successo dello scorso anno, con 49 iscritti.

Thomas Bscher, Presidente IMA, commenta: “Il 2017 sarà ricordato come un anno intenso e pieno di novità per l’IMA. Crescono gli eventi, crescono le partnership con gli yacht club, crescono le affiliazioni e aumentano i soci. Questo porta a situazioni che non erano neanche prevedibili pochi anni fa. Siamo molto soddisfatti.”

Per chi ama le regate offshore – Per gli amanti delle regate lunghe, si replica anche quest’anno con l’ IMA Mediterranean Maxi Offshore Challenge, che riunisce in un circuito le 4 regate offshore più interessanti del Mediterraneo. Vince la barca che avrà disputato, e col miglior risultato in caso di parità, almeno 3 delle 4 regate proposte, che sono la Rolex Middle Sea Race (di ottobre 2016), la 151 Miglia (1-3 giugno), la “lunga” della Giraglia Rolex Cup e la Palermo-Montecarlo di fine agosto. Il vincitore del circuito verrà proclamato a settembre durante la Maxi Yacht Rolex Cup di Porto Cervo. A vincere la prima edizione è stato Rambler 88, armatore George David.
Il quarto e ultimo evento dell’Offshore Med Challenge sarà la Palermo-Montecarlo, organizzata dal Circolo della Vela Sicilia in collaborazione con lo Yacht Club di Monaco e lo Yacht Club Costa Smeralda. La partenza è prevista da Palermo il 21 agosto (www.palermo-montecarlo.it) in direzione Porto Cervo, dove sarà posizionato un cancello volante. Lì sarà cruciale la decisione se lasciare la Corsica a dritta o a sinistra prima di far rotta verso Montecarlo. La premiazione nella sede dello Yacht Club di Monaco è in calendario per la sera del 26 agosto. Agostino Randazzo, presidente del Circolo della Vela Sicilia, ha deciso inoltre di legare l’edizione 2017 al tema della sicurezza in mare.

La stagione si concluderà con la RORC Transatlantic Race sulla nuova rotta Tenerife-Virgin Gorda (partenza da Tenerife il 25 novembre: www.rorctransatlantic.rorc.org.). Organizzata da Royal Ocean Racing Club insieme allo Yacht Club Costa Smeralda, varrà come prima tappa della “Atlantic Anniversary Regatta”, e concluderà idealmente i festeggiamenti per il cinquantesimo anniversario della fondazione dello YCCS.  A luglio 2018 la seconda “leg” della regata – organizzata sempre dal RORC ma stavolta con il NRV di Amburgo sulla rotta Bermuda-Amburgo, a segnare i 150 anni di vita del club tedesco.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here