SHARE
La Cage aux Folles

Anzio– Si è concluso anche il 42° Campionato Invernale Altura e Monotipi Anzio-Nettuno con due intense giornate di vela, il sabato dedicato ai J24 impegnati nel Trofeo Lozzi ed ai Platu 25, in condizioni impegnative con vento da Nord che ha raggiunto i 25 nodi di intensità, la domenica dedicata a tutte e tre le flotte, Altura, Platu 25 e J24 con vento da SE poi girato a S di 8 nodi di intensità.

La Cage aux Folles
La Cage aux Folles. Foto Agnelli

Nella flotta Altura vince nettamente l’ultima prova di Campionato, sia in IRC sia in ORC,
“Calipso” il First 40 CR di Andrea Orestano (CV Roma) che ha trovato il passo giusto, al secondo posto “la cage auX folles” l’XP 33 di Mario Bellotti (RYCC Savoia) , al terzo “Loucura” il Farr 31 di Fabrizio Gagliardi.

Il vincitore assoluto IRC più ORC overall dopo nove prove e due scarti è “la cage auX folles”, che ha disputato un eccellente Campionato, molto ben portato da Raimondo Cappa e dal suo equipaggio.
Al secondo posto l’esordiente “Calipso” che ha dimostrato ottimi spunti anche se ancora in fase di messa a punto, al terzo e primo della Classe Half Ton “Purchipetola” di Domenico Rega (CVFiumicino), sicuro protagonista del prossimo Campionato Nazionale Half Ton Classic che si svolgerà al Circeo a maggio.

La flotta Platu 25 ha dimostrato un ottimo livello tecnico in acqua, ben 18 le prove disputate tutte molto combattute, alla fine ha prevalso “Di Nuovo Simpatia” di Ferdinando Dandini, seguito a soli due punti da “Bonaventura” con al timone il Presidente della Classe Edoardo Barni e da “Cumadè Slotter” di Marco Belcastro. Questa Classe sta vivendo un momento di particolare fermento in vista dei Mondiali che si svolgeranno a Palermo l’estate prossima.

lequipaggio-de-la-superba
L’equipaggio di La Superba. Foto Agnelli

Infine nella flotta J24,la più numerosa in Italia con un ottimo livello tecnico in acqua grazie alla presenza di equipaggi italiani e stranieri plurititolati, vince nettamente e con una giornata di anticipo “La Superba” il J24 del Centro Velico di Napoli della Marina Militare timonata Ignazio Bonanno (in equipaggio con Simone Scontrino, Alfredo Branciforte, Francesco Picaro e Vincenzo Vano), che ha dimostrato una superiorità assoluta. Al secondo posto “Pelle Nera” di Paolo Cecamore con al timone il magiaro Farkas Litkey, ben due volte Campione del Mondo Soling, al terzo “Juke Box” con a bordo l’equipaggio ungherese di Miklos Rauchemberger, al quarto “Pelle Rossa” di Gianni Riccobono, al quinto “Cesare Julio” di Massimo Pietro Meriggi. Nel Trofeo Lozzi, che si è svolto collateralmente al Campionato, meritata vittoria di “Juke Box”, seguito da “Pelle Nera” e da “Arpione” di Michele Potenza.

Alla cerimonia di premiazione, avvenuta nel salone del Circolo della Vela di Roma, hanno partecipato il Presidente del CVRoma Marco Minghetti, il Presidente UVAI Fabrizio Gagliardi e l’AD della Marina di Capo d’Anzio Antonio Bufalari, che insieme hanno sottolineato la necessità di creare sinergie per far crescere la vela d’Altura, in particolare con un nuovo e semplificato regolamento di stazza per la Classe Crociera/Attività di Base. Un lungo e meritato applauso è andato a Mario de Grenet Presidente del Comitato di Regata che ha saputo garantire in acqua campi di regata perfetti per tutte e tre le flotte.

L’attività per le flotte Altura, J24 e Platu 25 prosegue nel golfo di Anzio e Nettuno con
appuntamenti nazionali per i monotipi e regate di Altura di livello come la 41° parallelo, la Ponzapertutti ed infine il grande evento Roma Sailing Week-Asteria Cup.

Il 42° Campionato Invernale di Anzo-Nettuno è organizzato dal Circolo della Vela di Roma, dal Reale Circolo Canottieri Tevere Remo, dalla Lega Navale Italiana sez. di Anzio, dal Nettuno Yacht Club con la collaborazione,della Half Ton Class Italia, della Marina di Capo D’Anzio e del Marina di Nettuno.
www.cvroma.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here