SHARE
Ian Walker dopo la vittoria alla Volvo Ocean Race

Hyeres, Francia– I grandi campioni olimpici al servizio delle squadre nazionali. In teoria, l’Italia avrebbe fatto un notevole passo in avanti assicurandosi i servizi tecnici del tre volte medaglia olimpico sloveno Vassilij Zbogar. La scelta, se sarà confermata (e ci auguriamo che lo sia), riporterebbe un atleta di primissimo livello e una personalità analoga a quella dell’indimenticato Valentin Mankin, nei quadri tecnici della Federazione Italiana Vela.

Vasilij Zbogar a Rio 2016. Foto Renedo
Vasilij Zbogar a Rio 2016. Foto Renedo

La Royal Yachting Association, che quanto a vittorie non avrebbe certo bisogno di cambiamenti radicali, non sta a guardare e si prende Ian Walker, due medaglie olimpiche tra 470 e Star, due campagne di Coppa America, successi come allenatore e vincitore di una Volvo Ocean Race con Abu Dhabi Ocean Racing. Walker è un atleta dal volto umano, onesto e preciso, che ama la vela e continua a promuovere la Johnny Merricks Foundation, dedicata al suo compagno olimpionico di 470 scomparso in un incidente d’auto a Punta Ala. Walker è la dimostrazione che la qualità paga.

Ian Walker dopo la vittoria alla Volvo Ocean Race
Ian Walker dopo la vittoria alla Volvo Ocean Race

Come ci ha dichiarato il presidente FIV Francesco Ettorre al recente CICO, alla World Cup di Hyeres a fine aprile, Zbogar dovrebbe fare il suo esordio come consulente della squadra italiana. E, ovviamente, ci sarà anche Ian Walker. Sarà interessante capire come i due pensano di aiutare l’Italia e la Gran Bretagna in vista di Tokyo 2020.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here