SHARE
La Superba e Jamaica

Livorno– I J24 sono tornati a Livorno nell’ambito della Settimana Velica Internazionale – Accademia Navale & Città di Livorno, la nuova manifestazione nata dalla sinergia tra l’Accademia Navale, il Comune di Livorno e i circoli velici labronici per promuovere lo sport della Vela, il turismo e la Marina Militare.  ITA 416 La Superba, il J24 del Centro Velico di Napoli della Marina Militare timonato da Ignazio Bonanno in equipaggio con Francesco Linares, Vincenzo Vano, Francesco Picaro e Alfredo Branciforte, ha confermato la sua ottima forma conquistando la vittoria anche nella seconda manche del Circuito Nazionale J24, tappa organizzata dalla Lega Navale Italiana Sezione di Livorno nell’ambito appunto della Settimana Velica.

La Superba e Jamaica
La Superba e Jamaica. Foto Trainotti

Al secondo posto Ita 212 Jamaica armato e timonato dal Presidente della Classe Italiana J24, Pietro Diamanti (CNMCarrara, 20 punti; 2,4,7,6,2,2,2,2) in equipaggio con Fabrizio Ginesi, Paolo Governato, Giuseppe Garofalo e Antonio Lupo. A loro è andato il secondo pass per partecipare al Campionato del Mondo J24 che nel 2018 si svolgerà a Riva del Garda.

Terzo Ita 489 Valhalla- Hotel Verona co-armato da Enrico Perbellini e dal timoniere Fabio De Rossi (CN Brenzone, 27 punti; 4,2,12,2,3,8,5,3, in equipaggio con Marco Belotti, Alberto Zandomeneghi e Andrea Fronti) che ha anticipato il giovane equipaggio di Ita 304 Five for Fighting J armato e timonato da Eugenia De Giacomo (CCR Lauria) con Nicola Pitanti, Marco Bruna, Matilde Pitanti e Cristiano Lombardo (CNMCarrara 39 punti; 11,6,6,4,5,4,3,dns). Quinti a pari punteggio (41 punti) Ita 400 Capitan Nemo co-armato da Domenico Brighi e dal Capo Flotta J24 della Romagna, Guido Guadagni (CV Ravennate; 6,5,2,11,6,7,4,dns) e ITA 473 Magica Fata co-armato da Viscardo Brusori e dal timoniere Massimo Frigerio (CN Cervia, 9,10,43,7,3,12,5).

Otto le prove portate a termine complessivamente nelle tre giornate di gara dai quindici equipaggi J24 messi a dura prova dalle condizioni meteo marine non facili (onda e vento instabile) e dal campo di gara impegnativo posizionato nel tratto di mare davanti all’Accademia Navale di Livorno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here