SHARE
Optimist a perdita d'occhio a Vada. Foto Giolai

Vada– I “Caraibi” toscani, ovvero le Spiagge Bianche di Vada hanno ospitato ben 310 Optimist per la seconda tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder + Sport organizzata dal Circolo Velico Pietrabianca e da Optimist Italia. Dopo le tre belle prove con Maestrale intenso di ieri, oggi è stata la volta di un robusto Scirocco, che ha consentito di far regatare solo la flotta Juniores, lasciando i Cadetti a terra per il vento oltre il limite di categoria.

Marco Gradoni. Foto Giolai
Marco Grandoni. Foto Giolai

Dominio assoluto tra gli Juniores del romano Marco Grandoni (Tognazzi Marine Village, 1-1-1-1) che dopo aver dominato la prima selezione nazionale di Bari ha fatto il vuoto anche a Vada. Seconda Giulia Sepe (CV Roma, 2-1-1-2) prima femminile e terzo Davide Nuccorini (CV Roma).

Optimist a perdita d'occhio a Vada. Foto Giolai
Optimist a perdita d’occhio a Vada. Foto Giolai

Nei Cadetti la classifica resta quella dopo le prime tre prove della prima giornata: vince Ginevra Caracciolo (LNI Napoli, 4-2-2), davanti ad Alessandro Cortese (CV Crotone, 1-1-6). Terzo posto della classifica generale per il sardo (YC Olbia) Nicolò Cassitta piuttosto regolare con un 3-2-4 parziali.

Giulia Sepe. Foto Giolai
Giulia Sepe. Foto Giolai

La manifestazione era organizzata dal Circolo Velico Pietrabianca, in collaborazione con il Circolo Nautico Vadese e la II Zona FIV è sostenuta dal Comune di Rosignano Marittimo e dalla Pro Loco di Vada.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here