SHARE
Maidollis, tricolore Melges 24

Riva del Garda- La Fraglia Vela Riva ha ospitato la tappa dell’European Sailing Series della classe Melges 24, valida anche come Campionato nazionale di classe. Dopo 7 regate stravince titolo e tappa Carlo Fracassoli (vele Quantum Pro Laghi) su Maidollis di Gian Luca Perego, mentre anche grazie all’inserimento dello scarto cambia il resto del podio della classifica generale e in particolar modo della categoria Corinthian, che permette all’italiano Niccolò Bertola di scartare la squalifica della prima prova e vincere anche se di un solo punto davanti al britannico Carveth. Ricordiamo che Fracassoli ha vinto in carriera il titolo mondiale Melges 24 nel 2012 proprio nelle acque dell’Alto Benaco.

Maidollis, tricolore Melges 24. Foto Melandri/ZGN

Dopo il maltempo di venerdì e sabato l’ultima mattinata riservata alle regate dei Melges 24 è stata all’insegna del cielo terso e di un anomalo vento da nord piuttosto destrorso. Il Garda Trentino ha così voluto salutare con una magnifica giornata di sole e vento i partecipanti, portando dopo il vento da nord della mattina in cui sono state disputate due regate molto tecniche, anche un bel vento da sud sui 14-16 nodi che ha permesso di regatare l’ultima prova con condizioni diverse rispetto alle precedenti regate, tutte corse con vento di direzione opposta.

A parte il primo classificato, che si è preso il lusso di non regatare nell’ultima prova, perchè comunque già vincitore calcolando lo scarto, il resto della flotta se l’è giocata fino all’ultimo: balzo in avanti dell’americano Bruce Ayres su Monsoon che è riuscito ad agguantare il secondo posto assoluto seppur di un solo punto davanti all’ungherese Bakorczy su FGF Sailing Team; scivolato quarto Andrea Rachelli su Altea per una giornata decisamente peggiore con un 5-8-10, che lo hanno retrocesso al quarto posto, a 3 punti dal podio.

Ottime regate per Niccolò Bertola, che oltre a vincere tra i Corinthian – categoria che aveva in gara ben 26 equipaggi su 39, ha conquistato un onorevole 5° posto assoluto. Merito come sempre a Comitato di regata presieduto da Giancarlo Crevatin e lo staff tecnico in acqua coordinato da Fausto Maroni, che nonostante il tempo perturbato dei primi due giorni han sempre garantito regate tecnicamente valide e di un numero sufficiente per inserire lo scarto della regata peggiore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here