SHARE

Porto Santo Stefano- L’Argentario, con il suo “Stadio del Turchese” è uno degli scenari migliori per assistere allo spettacolo delle vele d’epoca. Non solo, a Porto Santo Stefano, dove la marineria del Tirreno si sposa con la toscanità in un curioso mix di culture, opera anche il Cantiere Navale dell’Argentario, uno dei centri mondiali per il recupero e la salvaguardia degli yacht d’epoca. Da urlo gli scenari, lungo le scogliere che conducono a Cala Grande o verso Talamone con il Giglio a far da sfondo. Ecco perché questa sede è una delle più apprezzate e richiueste dagli armatori ed equipaggi del circuito Panerai Classic Yachts Challenge, che proprio qui tornerà dal 14 al 18 giugno prossimi per la XVIII edizione dell’evento organizzato dallo Yacht Club Santo Stefano, da AIVE e con Officine Panerai come sponsor.

Uno scatto dal drone per l’edizione 2016. Foto Lanfrancotti

Oltre 40 le imbarcazioni già iscritte all’evento, che è la seconda tappa del circuito mediterraneo dopo Antibes. La novità del 2017 è rappresentata da un giorno in più di regate rispetto alle passate edizioni, per una passerella di quattro giorni, che consentiranno al pubblico di ripercorrere 115 anni di storia della vela, ammirando le regine del mare in banchina e in regata.

Sulla pagina www.facebook.com/ArgentarioSailingWeek è possibile consultare, commentare e condividere le informazioni dettagliate con le foto, le storie e le curiosità delle imbarcazioni partecipanti.

La serata di gala in Fortezza. Foto Taylor

Nella classe Big Boats, tornano Cambria (1928) e Moonbeam of Fife (1903) che daranno battaglia a Hallowe’en (1926) per aggiudicarsi la vittoria di categoria. I tre velieri sono stati tutti disegnati da William Fife III (1857 – 1944). Il nome del progettista scozzese è legato indissolubilmente al Dragone (1888) e alla Coppa America. Fife infatti progettò e costruì il primo Shamrock (1899) e il terzo (1903) per Sir Thomas Lipton. Attualmente, vi sono circa un centinaio di barche costruite da Fife ancora esistenti, una cinquantina delle quali navigano tuttora, inclusa Eilean (1937) di proprietà di Officine Panerai, sulla quale venne girato il video musicale “Rio” dei Duran Duran.

Ad un mese dal via, sono sedici le imbarcazioni iscritte nella classe Vintage, di cui ben quattro progettate dal giovane e brillante progettista navale statunitense Nathanael Greene Herreshoff I (1848-1938). Come nelle edizioni passate, si prevede una sfida all’ultima boa tra Chinook (1916) con a bordo l’ex capitano della nazionale Italiana di rugby Andrea Lo Cicero e la gemella Rowdy (1916). A cui si aggiungono anche Linnet (1905) il decimo di 18 scafi costruiti e appartenenti alla classe New York Yacht Club 30 di proprietà di Patrizio Bertelli, che sarà a bordo in regata, e Spartan (1913) l’ultimo esemplare rimasto della New York Yacht Club 50’ Class, che farà il suo debutto all’Argentario Sailing Week quest’anno.

Patrizio Bertelli a bordo di Linnet. Foto Lanfrancotti

Da non perdere anche Alzavola (1924), ketch Marconi costruito in Gran Bretagna e da più di 60 anni in Italia: dal 2000 è la barca di famiglia di Claudio ed Emma Tinari e dei loro quattro figli; White Wings la splendida imbarcazione progettata da John Alden nel 1938; Morwenna (1914) che partecipò al Fastnet del 1932, ma fu costretta al ritiro, e Circe progettata da Sparkman e Stephens e vincitrice del Fastnet nel 1951.

Sono quattro le imbarcazioni appartenenti alla categoria Yacht Classici che debuttano all’Argentario Sailing Week: il One Ton Ganbare, storico yacht che rivoluzionò la sua epoca disegnata dall’allora giovane Doug Peterson, costruita nel tempo record di 6 settimane e varata il 19 maggio del 1973; Forban V (1955) disegnata dal francese Eugene Cornu costruita in fasciame di mogano su ordinate e chiglia in rovere; Famalù (1957) progettata da Laurent Giles ed il cui nome nasce dall’unione delle iniziali dei tre figli del primo armatore triestino e St. Christopher, progettata da un giovane German Frers quando era apprendista presso lo studio newyorchese Sparkman & Stephens.

In regata nella categoria Classic, Naif di Ivan Gardini. Lo sloop disegnato da Dick Carter e commissionato da Raul Gardini, partecipò all’Admiral’s Cup e al Fastnet nel 1973 con Cino Ricci come skipper. Torna all’Argentario Sailing Week anche Il Moro di Venezia I dell’armatore Massimiliano Ferruzzi. Voluta da Serafino Ferruzzi e Raul Gardini e progettata da German Frers nel 1976, è la prima barca con inciso a poppa il nome di una delle dinastie di velieri che hanno scritto la storia della vela e della Coppa America.

Spirit of Tradition (repliche di Yachts d’Epoca e Classici)
La flotta dei Wianno disegnati da Manley Crosby nel 1914 e capitanati da Yula Sambuy sarà presente all’Argentario Sailing Week con quattro imbarcazioni: Pyxis, Raindrop, Wianno e Wind & Wine. Per la prima volta a Porto Santo Stefano, Savannah progettata da Pedrick e varata nel 1997 ma ispirata agli yacht costruiti negli anni Trenta. Al suo debutto toscano anche Fairlie (2011).

Rowdy. Foto Lanfrancotti

Il Programma
Mercoledì 14 giugno perfezionamento delle iscrizioni e in serata, presso la sede dello Yacht Club Santo Stefano, avrà luogo il cocktail di benvenuto.
Giovedì 15 giugno alle ore 8,30 si svolgerà la cerimonia di benvenuto e il briefing presso il Municipio, prima dell’inizio delle regate che si svolgeranno da giovedì 15 a domenica 18.
Venerdì 16 giugno gli equipaggi saranno ospiti dello Yacht Club Santo Stefano per una cena che si terrà presso la Fortezza Spagnola di Santo Stefano.
Sabato 17 giugno: regate e happy hour presso il Villaggio Regate
Domenica 18 giugno al termine delle regate si svolgerà la cerimonia di premiazione presso il Race Village seguito dal farewell cocktail al 2018.

L’Argentario Sailing Week 2017 è organizzata dallo Yacht Club Santo Stefano, con il patrocinio della Regione Toscana, della Provincia di Grosseto, del Comune di Monte Argentario, del Comune dell’Isola del Giglio e dell’AIVE (Associazione Italiana Vele d’Epoca) e con il supporto della Pro Loco di Porto Santo Stefano. Officine Panerai è il Title Sponsor. Gli altri sponsor della manifestazione sono: Argentario Approdi Spa. Sponsor tecnici: Slam e Argentarola srl., Fornitori ufficiali: Roman’s e Verdissimo srl.

L’Argentario Sailing Week fa parte del Circuito del Mediterraneo del Panerai Classic Yachts Challenge. La prima tappa in calendario sarà quella delle Les Voiles d’Antibes (31 maggio – 4 giugno 2017). L’Argentario Sailing Week di Porto Santo Stefano è la seconda seguita dalla XIV Copa del Rey de Barcos de Epoca, Mahon – Spagna  (29 agosto – 2 settembre 2017) dalle Regates Royales a Cannes (26 – 30 settembre 2017).

www.paneraiclassicyachtschallenge.com

www.ycss.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here