SHARE

La Maddalena- Con le ultime due prove disputate ieri, si è concluso con successo il XXXVII Campionato Nazionale Open J24 che per cinque giornate ha visto grandi protagonisti nelle splendide acque dell’arcipelago di La Maddalena una trentina di equipaggi.

Foto Silvia Conti

Il titolo resta nelle mani di Ita 416 La Superba del Centro Velico di Napoli della Marina Militare che è, infatti, al quarto titolo nazionale conquistato nella Classe J24 (dopo quelli del 2011, 2012 e 2015, oltre a quello europeo). Grande la soddisfazione del timoniere Ignazio Bonanno e del suo equipaggio -Simone Scontrino, Vincenzo Vano, Francesco Picaro e Alfredo Branciforte- che hanno chiuso il Campionato a 26 punti e conquistato il titolo con una prova d’anticipo e quattro vittorie sulle dieci prove disputate (3,1,1,12,1,4,7,6,dns i loro parziali). “Desideriamo ringraziare gli Organizzatori ed in modo particolare la Marina Militare e il Comandante di Marivela CV Domenico La Faia per averci permesso di partecipare a questo campionato che è stato caratterizzato da condizioni difficili per i tanti salti del vento- ha commentato Bonanno -Siamo soddisfatti di essere riusciti ad interpretare bene il campo e di aver conquistato ancora una volta il titolo nazionale J24.”

Secondo nella classifica Open l’americano Keith Whittemore con Usa 5399 Furio (con Kevin Downey, Brian Thomas, Mark Rogers, Sheley Milne, 28 punti; 7,2,ufd,8,3,3,1,2,1,1).

Terzo assoluto ma secondo italiano l’equipaggio gallurese di Ita 405 Vigne Surrau del Club Nautico Arzachena (Aurelio Bini al timone, in equipaggio Evero Niccolini, Danilo Deiana, Roberta Piras, M.Mario Pisanu e  Fabrizio Zuddas; 46 punti; 1,7,3,5,17,4,2,19,2,5) che ha preceduto i tedeschi di Ger 5381 Suellberg (Malte Gibbe, Christian Carstens, Carsten Kerschies,Tim Habekost, 48 punti; 10,3,2,20,4,10,6,4,3,2).

Terzo nella classifica Nazionale e quinto assoluto Ita 501 Avoltore armato dal Capo Flotta J24 dell’Argentario Massimo Mariotti (in equipaggio con Francesco e Fulvio Cruciani, Goffredo Russo e Nicola Elmi, CNV Argentario, 62; 5,4,8,13,6,11,4,11,5,7). Per l’organizzatore ed ex presidente della Classe Italiana J24 Mariolino Di Fraia con il suo Ita 460 Botta Dritta (LNI Maddalena, in equipaggio con il Sindaco di Maddalena, Luca Montella, Gianluca Cataldi, Andrea Tirotto, Ezio Diana) un sesto posto assoluto (65 punti).

L’equipaggio di La Superba. Foto Conti

Il Campionato, organizzato dalla sezione di La Maddalena della Lega Navale Italiana, sotto l’egida della FIV, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Classe J24, il prezioso sostegno del Comune di La Maddalena, della Marina Militare, di Elica e della Delcomar (che ha offerto gratuitamente a tutti concorrenti il passaggio Palau-Maddalena e ritorno) e

il supporto di Cantine Contini di Cabras, Moby Line-Tirrenia (che ha stipulato un’importante convenzione per il trasporto dei J24 dai porti di Genova, Livorno e Civitavecchia, con destinazione Olbia), Cantiere navale Fresi (che si è occupato degli alaggi e dei vari dei J24), Immobiliare Obiettivo Case Vacanze, Boomerang Charter e i Bar Cafè Noir e Club di Piazza 23 Febbraio, rientrava nelle manifestazioni proposte nell’ambito dei festeggiamenti per i 250 anni della nascita di La Maddalena e per il 120° anniversario della fondazione della Lega Navale Italiana.

Le vittorie di giornata sono andate a Vigne Surrau, La Superba (4), Ita 487 American Passage del Capo Flotta di Roma Paolo Rinaldi (Lni Anzio) e del figlio quindicenne Roberto (il più giovane del Campionato), Furio (3) e ai campioni uscenti di Ita 499 Kong Grifone 2 (armato da Marco Stefano -LNI Mandello del Lario- e timonato da Francesco Bertone -C.V.La Scuffia- con Massimo Consonni, Mauro Benfatto e Roberto Santomanco).

Il Comitato di regata è stato presieduto da Franco Minotti coadiuvato da Pietro Lo Giudice, Giovanni Porcu, Pietro Sanna e Luigi Muzzoni mentre il Comitato di Protesta è stato composto dal Presidente Paolo Romano Barbera, Giovanni Mameli e Roberto Roggero, e gli stazzatori Emanuela Donati e Paolo Luciani.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here