SHARE

Punta Ala- Il successo overall dell’ʼVIII edizione della 151 Miglia-Trofeo Cetilar va all’X-41 Lisa, vincitore in ORC. La regata dʼaltura organizzata da Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa, Yacht Club Punta Ala e Yacht Club Livorno, si è conclusa con la consueta serata di gala in riva al mare allo Yacht Club Punta Ala.

Uno degli arivi a Punta Ala. Foto Taccola

Ben 184, alla fine, le barche giunte al traguardo sulle 190 partite giovedì da Livorno, e due quelle che si sono aggiudicate i Trofei Cetilar messi in palio: il Maxi Pendragon di Nicola Paoleschi (tattico Lorenzo Bodini), primo sul traguardo di Punta Ala alle ore 14 di ieri e per il secondo anno consecutivo vincitore della 151 Miglia in tempo reale, e lʼX-41 Lisa di Giovanni Di Vincenzo, vincitore del gruppo overall ORC International, il più numeroso della 151 Miglia, davanti allʼaltro X-41 WB Five di Gianclaudio Bassetti e al Comet 38 Scricca di Leonardo Servi.

L’X-41 Lisa. Foto Taccola

Al First 40 Tevere Remo mon ile di Gianrocco Catalano è andato invece il successo
overall nel gruppo IRC (secondo il First 45 Obsession di Nicolò Robello e terzo il Grand
Soleil 45 Big Star di Sandro Musu), mentre nella classifica riservata ai Mini 6.50, primo è
VI.PE.R di Davide Lusso, seguito da Big Jim di Diego Paterno ed Elima di Marco Nannini.

Tevere Remo Mon Ile, vincitore in IRC. Foto Taccola

I quattro armatori, con i rispettivi equipaggi, sono stati premiati nel tardo pomeriggio in
piazzetta al Marina di Punta Ala, dopo il torneo del Gioco da Tavola della 151 Miglia e
prima dellʼatteso Dinner Party in riva al mare allo YC Punta Ala, insieme a tutti i vincitori
delle varie classi, che sono Globulo Rosso di Alessandro Burzi (IRC 3), Ready x Sea di
Robert Clark (IRC 2), Tevere Remo mon ile di Catalano (IRC 1), Azzurro VI di Bruno
Veronesi (IRC 0-Over 60), Argo di Luciano Manfredi (ORC DH), Aria di Burrasca di Franco
Salmoiraghi (ORC 4), Scricca di Leonardo Servi (ORC 3), Alba Blu di Roberto Rossignoli
(ORC 2), Lisa di Giovanni Di Vincenzo (ORC 1), Pierservice Luduan di Enrico De
Crescenzo (ORC 0). Allo Yacht Club Punta Ala è stato assegnato il Challenge al Guidone
(con le barche Scricca, Cronos 2 e Cippa Lippa Rossa), mentre a SuperNikka il Trofeo
Porto Marina di Pisa.

L’equipaggio di Pendragon festeggia la vittoria in reale. Foto Taccola

“Con lʼarrivo nel tardo pomeriggio dellʼultimo scafo della flotta, si è conclusa questa ottava
edizione della 151 Miglia-Trofeo Cetilar, con grande soddisfazione da parte nostra per la
partecipazione entusiastica di tanti equipaggi”, sono le parole di Alessandro Masini,
Presidente dello YC Punta Ala. “Le condizioni meteo sono state accettabili e anche se il
vento leggero non ha consentito di battere il tempo record della regata, nei passaggi delle
isole, i più importanti della rotta, le capacità di tattici e navigatori sono state determinanti”.

Il video ufficiale prodotto da Sailing & Travel:

“La 151 Miglia non ha tradito le attese e avendola disputata in prima persona al timone di
SuperNikka, posso confermare che è stata una regata molto difficile, in cui nulla è stato
scontato, soprattutto nellʼapproccio ai passaggi chiave della rotta”, ha aggiunto Roberto
Lacorte, Presidente dello YC Repubblica Marinara di Pisa e armatore di SuperNikka “Un ringraziamento speciale va a tutte le persone che hanno contribuito alla migliore riuscita della manifestazione e agli armatori e velisti che anche questʼanno ci hanno dato fiducia, partecipando numerosi a questa nostra grande festa della vela. Lʼappuntamento per tutti, ovviamente, è fra un anno, per una nuova edizione della 151 Miglia”.

www.151miglia.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here