SHARE

Losanna, Svizzera- La vela olimpica vedrà a Tokyo 2020 una riduzione del numero di atleti dai 380 che hanno regatato a Rio 2016 a 350. Lo ha ufficialmente comunicato oggi il Comitato Olimpico Internazionale al termine della sua rionione a Losanna. Sono state anche confermate le dieci discipline olimpiche veliche (Finn, Laser, Laser Radial, 470 M, 470 F, Foiling Nacra 17, 49er, FX, RS:X M e RS:X F) ed è stato formalizzato il passaggio del cat misto a cat misto foiling, ovvero il Nacra 17 foiling.

E’ stato anche ribadito che obiettivo di Tokyo 2020 sarà la “Gender Equality” tra uomini e donne. Preoccupata la reazione di World Sailing che, per voce del suo presidente Kim Andersen, ha dichiarato che la riduzione a 350 atleti complicherà i programmi intrapresi dalla federvela mondiale sullo sviluppo della vela in nuovi Paesi e sulla sua sostenibilità.

Da notare anche come il CIO abbia continuato nella sua politica di insistere sugli “Urban Sport”, tra cui l’introduzione del basket 3 contro 3, che prosegue il tentativo di tornare a intercettare gli interessi del pubblico giovanile che sempre meno pratica gli sport tradizionali.

La suddivisione dei 350 posti tra le dieci classi olimpiche comporterà evidentemente una più ardua selezione per nazioni, con alcune classi in cui il raggiungimento dell’Olimpiade sarà già di per sé un’impresa assai difficile vista la concorrenza internazionale. I dettagli delle quote per classe saranno studiati e comunicati nelle prossime settimane da World Sailing.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here