SHARE

Barbados– L’attività Master nella classe Finn è impressionante per numeri e costanza. Certo, il modo di portare la barca è atleticamente ben diverso da quello dei supertonici velisti olimpici, ma la passione per il singolo e le capacità tattiche sono immutate rispetto ai tempi della bella gioventù. Il Finn come elisir di lunga vita (velica), quindi.

I vincitori del Master alle Barbados

Sono stati, infatti, ben 136 i timonieri che sono arrivati sino alle Barbados, sede del Finn World Master 2017, praticamente un record se consideriamo la difficoltà logistica della trasferta. La vittoria, dopo una Medal Race finale da infarto, è andata al russo Vladimir Krutskikh, del Team Fantastica, che bissa così il successo ottenuto due anni fa in Grecia. Sul podio nella overall salgono anche il francese Hay e lo spagnolo Rafa Trujillo, che era in testa prima della Medal ed è stto medaglia d’argento ad Atene 2004 tanto per chiarire il livello in acqua.

Unico italiano in regata Lanfranco Cirillo, che regatava per la Russia, e che ha concluso 46esimo.

Final results (medal race result in brackets)
1 RUS 73 Vladimir Krutskikh, M 12 (1)
2 FRA 75 Laurent Hay, GM 17 (4)
3 ESP 100 Rafael Trujillo, M 17 (6)
4 SUI 86 Piet Eckert, M 19 (2)
5 FRA 99 Marc Alain des Beauvais, GGM 23 (3)
6 CZE 1 Michael Maier, GM 25 (7)
7 SUI 7 Christoph Burger, M 31 (5)
8 NZL 111 Karl Purdie, GM 38 (8)
9 GBR 2 Allen Burell, GM 44 (9)
10 GER 707 Ulrich Breuer, GM 45 (10)

Super Legend (over 80)
1. Gerd Bohnsack, RSA

Legends (over 70)
1. Henry Sprague, USA
2. David Bull, AUS
3. Charles Rudinsky, USA

Grand Grand Masters (over 60)
1. Marc Allain des Beauvais, FRA
2. Rob Coutts, USA
3. David Hoogenboom, NZL

Grand Masters (over 50)
1. Laurent Hay, FRA
2. Michael Maier, CZE
3. Karl Purdie, NZL

Masters (over 40)
1. Vladimir Krutskikh, RUS
2. Rafael Trujillo, ESP
3. Piet Eckert, SUI

Negli stessi giorni (scelta un po’ curiosa…) si è svolto sul Lago Balaton anche l’Europeo Master. 89 i timonieri iscritti. Vittoria per il tedesco Andre Budzien. Da segnalare la vittoria nella categoria Legend (over 70) per il tiestino Bruno Catalan, 22esimo assoluto. Segue 45.Cozzolotto.

1 COMMENT

  1. Beh da unico Italiano al Mondiale direi che la regata per quanto riguarda la fisicità direi che ogni anno il livello sale… anche perché le Barbados ci hanno regalato 20 nodi tutti i giorni con punte di 26 nodi vento da terra raffinatissimo e onda incrociata e molto difficile…
    Per quanto riguarda i top 30 allenati e in forma da buon livello anche nella classe generale…
    La solita commovente scesa in acqua di legend e super legend 70/80 anni anche se a causa delle condizioni alcuni hanno dovuto rinunciare e a causa di scuffle ripetute ritornare in gommone con la barca al traino…
    Dal prossimo anno la classe raddoppia ci sarà un Europeo a settembre e un mondiale a Pentecoste … il mondiale sarà più spesso fuori dall’Europa Australia Tailandia Dubai le location in lizza per il futuro…
    Ciao a tutti e finn forever…
    LAnfranco RUS212

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here