SHARE

Porto San Rocco- Una sola prova oggi per le 116 imbarcazioni impegnate nell’ORC Worlds Trieste 2017. Ancora una giornata di brezza che non ha superato gli 8 nodi, ma sufficiente a far duellare gli scafi fin dalla partenza e apportare alcune interessanti modifiche nelle parti alte delle classifiche provvisorie di tutte e tre le classi.

In classe A, Sheraa Yacht Club Hannibal (Swan 42 di Maurizio Poser) mantiene la leadership e il Cookson 50 Mascalzone Latino di Vincenzo Onorato sorpassa – sebbene solo di un punto – Altair 3, lo Scuderia 50 di Sandro Paniccia.

Lo Swan 42 Be Wild. Foto Carloni

In classe B, Nube, l’X-41 croato di Diego Zanco, rimane saldamente in testa, ma lo Swan 42 Bewild di Renzo Grottesi raggiunge la seconda piazza e si lascia alle spalle il gemello Selene Alifax di Massimo De Campo grazie al calcolo dei migliori parziali di giornata.

Tra i C, sempre Mummy One Lab Met (Farr 30 di Alessio Querin) è ancora primo, ma dietro di lui l’altro Farr 30 Sease di Giacomo e Franco Loro Piana scala di una posizione e gli estoni capitanati da Aivar Tuulberg su Katariina II (Arcona 340) salgono virtualmente sul gradino più basso del podio.

In acqua l’avvio più facile è quello della classe A, con 17 barche sulla linea del via. La prima partenza è subito quella buona e dopo tre giri del percorso a bastone con vento da 255° saranno i “Mascalzoni” di Vincenzo Onorato a vincere la prova.
Più rallentata la partenza della classe B: ci vogliono infatti tre procedure per “domare” la flotta e solo lo spauracchio di un’ulteriore tornata di squalifiche individuali per partenza anticipata fa posizionare correttamente sulla linea tutti i 49 concorrenti. Lo Swan 42 Bewild di un ispirato Andrea Casale alla tattica agguanta la testa e macina distacco sui diretti inseguitori, guadagnandosi così la seconda vittoria di giornata di questo Campionato.
Anche per i C il Comitato di Regata deve approntare ben quattro procedure di partenze per rendere finalmente valido lo start di  una flotta di 50 agguerritissime imbarcazioni dalle quali esce vincitore, per la seconda prova consecutiva, il Melges 32 Airis di Cesare Bressan.

Per domani si prevede ancora una giornata di brezze leggere e per questo motivo il Comitato ha deciso di posticipare lo start alle 13, confidando nel vento più regolare del pomeriggio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here