SHARE

Sebenico, Croazia- Va a TORPYONE di Edoardo Lupi e Massimo Pessina, con Lorenzo Bressani alla tattica, il Campionato Europeo Melges 32 conclusosi oggi a Sebenico, Croazia.

Totpyone subito dopo la vittoria. Foto Ranchi

Il successo per l’equipaggio di TORPYONE (che coglie così il migliore risultato della propria lunga carriera nella flotta Melges 32) arriva solo all’ultima prova, con una prestazione magistrale in una giornata ad altissimo grado di tensione con vento in continua rotazione (da 170 a 210 gradi) e incremento di intensità (fino a 18 nodi). Tre le prove disputate, in cui TORPYONE inizialmente sembra vacillare sotto i colpi, pesantissimi, di un ispirato SPIRIT OF NERINA timonato da Andrea Ferrari (tattico Pietro Sibello) che, conquistando il successo nella prova numero 4, si porta provvisoriamente in testa alla classifica. Con gli altri diretti avversari di TORPYONE a un passo dalla preda.
A TORPYONE non resta che reagire, di testa e di orgoglio, per non vedere sfumare un titolo accarezzato sin dall’inizio del Campionato.

Così TORPYONE torna a costruire con lucidità e freddezza il proprio successo, ritrovando il giusto passo (quarto nella penultima prova) e trionfando a braccia alzate sulla linea del traguardo dell’ultima prova avendo tutti i diretti avversari alle spalle ed assistendo alla lotta per i restanti gradini del podio.

G.SPOT del monegasco Giangiacomo Serena di Lapigio (affiancato dal tattico Branko Brcin) chiude a pari punti con lo svedese INGA di Richard Goransson (con Vasco Vascotto) ma i migliori parziali (tra cui la vittoria nella prova numero 5) premiano G.SPOT letteramente “risalito dall’inferno di inizio Campionato” (definizione del tattico Branko Bricin).

Foto Ranchi

La top five del Melges 32 European Championship 2017 è completata da VITAMINA AMERIKANA di Andrea Lacorte (con Gabriele Benussi) e SPIRIT OF NERINA di Andrea Ferrari (tattico Pietro Sibello).

Nella classifica corinthian il titolo europeo va all’equipaggio azzurro di CAIPIRINHA di Martin Reintjes.

Edoardo Lupi – “Oggi è una giornata speciale, è la giornata di tutta la nostra grande famiglia di TORPYONE. Dopo tantissime stagioni e il titolo di vicecampione del mondo 2014 oggi festeggiamo il nostro migliore risultato di sempre: siamo Campioni Europei nella Classe di cui siamo sempre stati innamorati. Devo ringraziare il mio amico fraterno Massimo Pessina da sempre a bordo insieme a me e tutto il mio equipaggio; perché oggi è stata durissima, abbiamo dovuto ricostruire da zero, dopo la quarta prova, la nostra classifica ma abbiamo avuto il merito, grazie al nostro tattico Lorenzo Bressani, di non mollare per tentare sempre di recuperare da situazioni complicate. Tutto l’equipaggio è stato semplicemente perfetto!”

Lorenzo Bressani – “Sono veramente al settimo cielo! Con Massimo Pessina e Edoardo Lupi navighiamo assieme da molti anni, sempre con ottimi risultati, avendo conquistato diverse tappe di Circuito e l’argento al mondiale 2014 di Miami…ma ci mancava la ciliegina sulla torta. Questo risultato è il successo di tutto il team che ha sempre lavorato a testa bassa per raggiungere il massimo obiettivo. Ora festeggiamo ma subito torneremo a concentrarci perché tra meno di un mese vogliamo riprovarci, al Campionato del Mondo Melges 32 che si disputerà a Cala Galera”.

Vincere nelle acque di casa con Mascalzone Latino, Vincenzo [ndr. Onorato] e i ragazzi del team è stato un sogno divenuto realtàcontinua Bressaniriconfermarsi qui difficile e altrettanto emozionante. La maggior parte degli armatori mi riconosce un timoniere veloce, che è sicuramente una mia dote naturale, ma alla fine anche come tattico non sono poi così male (e ride…) E ora vacanza? Si due giorni di riposo e poi mi trasferisco al Lago di Garda per cominciare gli allenamenti con Cecilia Zorzi sul nuovo Nacra Foiling. Da lì direzione St. Petersburg per la Sailing Champions League con il Circolo Canottieri Aniene, poi sarà la volta il Campionato Mondiale Melges 32, poi il primo mondiale Nacra 17 foiling e ancora il Mondiale J70 con un super equipaggio con il quale sono sicuro possiamo fare molto bene”.

La stagione velica di Lorenzo Bressani, seppure sia luglio inoltrato, non è neppure al giro di boa. In ballo ci sono ancora due titoli mondiali, classe Melges 32 e J70, due importanti off shore race, Hong Kong to Vietnam e Sydney Hobart. due tappe della Sailing Champions League ed infine, ma solo cronologicamente parlando, il suo grande sogno nel cassetto: Tokyo 2020. A tutto ciò va aggiunta la Barcolana che, come detto recentemente da Bressani, è un appuntamento al quale non si può rinunciare.

A bordo di Torypone hanno regatato oltre ai due armatori, Edoardo Lupi e Massimo Pessina: Alberto Bolzan alla randa, Javier De la Plaza e Jas Farneti alle scotte, Matteo Mason alle drizze e Carlo Zermini a prua.

La Melges 32 World League torna con l’ultimo appuntamento stagionale dal 22 al 27 agosto nelle acque dell’Argentario, a Cala Galera, per la regata che varrà anche per l’assegnazione del titolo di Campione del Mondo nell’ambito del Melges 32 World Championship 2017.

Classifica generale finale Melges 32 Europeans 2017
ITA 487 TORPYONE – Edoardo Lupi e Massimo Pessina / Lorenzo Bressani:pt. 13
MON 181 G.SPOT – Giangiacomo Serena di Lapigio / Branko Brcin: pt. 17
SWE 322 INGA – Richard Goransson / Vasco Vascotto: pt. 17
ITA 201 VITAMINA AMERIKANA – Andrea Lacorte / Gabriele Benussi: pt. 24
ITA 173 SPIRIT OF NERINA – Andrea Ferrari / Pietro Sibello: pt. 25
Seguono 11 equipaggi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here