SHARE

Porto Cervo- Solo una prova valida oggi a Porto Cervo per il J/70 Worlds dello Yacht Club Costa Smeralda. Dopo che era stata completata la prova numero 4 con vento da ovest sia per la flotta Gold sia per quella Silver (162 barche totali), una rotazione a sud durante la quinta prova ha portato all’annullamento della regata e alle 16:15 al segnale di conclusione delle prove per la giornata (Intelligenza su A).

Una straorza per l’italiana JO oggi in race 4. Foto Max Ranchi

La prova è stata vinta da Power Play di Pete Cunningham (Isole Cayman) con l’olimpionico LUcas Calabrese alla tattica. Secondo l’americanoi Relative Obscurity di Peter Duncan, che mantiene la testa della classifica. Terzo un altro americano, Savasana di Keane. Miglior italiano Cu-J di Pietro e Giacomo Loro Piana (tattico Francesco Ivaldi), al quinto posto.

Foto Ranchi

La classifica dopo quattro prove è guidata appunto da Relative Obscurity (3-1-1-2) che ha un cospicuo vantaggio sullo spagnolo Fermax di Gustavo Martinez e su Petite Terrible & Audi di Claudia Rossi (tattico Michele Paoletti), prima barca italiana (1-4-1-20). Quarto Notaro team di Luca Domenici. Gianfranco Noé su White Hawk, ottavo, è il primo dei Corinthian. Nono posto per L’elagain di Franco Solerio.

LA VERSIONE DI CARLO
Da segnalare un’altra lettera aperta da uno degli armatori esclusi dopo le stazze. Si tratta di Carlo Alberini di Lightbay Sailing team, che racconta sulla sua pagina Facebook la sua versione dei fatti. Anche qui stesso spazio ai citati per eventuali repliche:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here